Sinnrs «Profound» (2019)

Sinnrs «Profound» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
22.04.2019

 

Visualizzazioni:
139

 

Band:
Sinnrs
[MetalWave] Invia una email a Sinnrs [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Sinnrs [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Sinnrs

 

Titolo:
Profound

 

Nazione:
Danimarca

 

Formazione:
Nero :: Vox, Strings, Keys
Maestus :: Drums

 

Genere:
Symphonic Black Metal

 

Durata:
47' 3"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
26.04.2019

 

Etichetta:
Rockshots Music
[MetalWave] Invia una email a Rockshots Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Rockshots Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Rockshots Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Rockshots Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di Rockshots Music
Extreme Metal Music
[MetalWave] Invia una email a Extreme Metal Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Extreme Metal Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Extreme Metal Music

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Asher Media Relations
[MetalWave] Invia una email a Asher Media Relations [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Asher Media Relations [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Asher Media Relations [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Asher Media Relations

 

Recensione

Bel disco di debutto per i Danesi Sinnrs, che si mantengono anonimi. Sappiamo solo che questa band è un duo e che fanno black metal della durata di 47 minuti per 7 brani più intro, intermezzo e strumentale.
E a dire la verità l’esordio discografico è positivo, per via di un sound curato, deciso e che punta sull’efficacia dei riffs unito a una batteria che utilizza arrangiamenti a volte serrati e altre volte meno sopra le righe, con un risultato compositivo eterogeneo e mutevole all’interno di questo “Profound”, che si nota particolarmente all’inizio dell’album, dove il suddetto tiro potente ma melodico va a ricordarci qualcosa dei Thy Serpent, mentre altrove è lo spettro dei Behemoth a prevalere, ma i Sinnrs sono molto più di un generico clone del gruppo polacco e riescono a tenere bene le due componenti del loro sound riuscendo a spaziare molto bene tra di esse, che si fanno evidenti nella migliore canzone del lotto, ovvero “it calls me”, insieme alla inesorabile e molto potente “Et sic Incipit”, controbilanciate dalla melodia di “No promise to mankind”. Ne risulta un album che si fa notare molto per collegare due stili di black metal non molto contigui e in maniera efficace, e dove l’unico marginale difetto viene dal fatto che alcuni arrangiamenti di batteria scelti risultano un po’ ingombranti (la doppia cassa dove non è tanto necessaria, per esempio) e tolgono all’album un qualcosa in quanto a maturità del songwriting, ma si tratta di qualcosa che non influisce granché sul voto finale dell’album.
In conclusione: “Profound” è un disco che promette bene per il futuro dei Sinnrs. Se cercate una valida e competente alternativa al sound dei Behemoth che non si riduca in roba troppo moderna, “Profound” dei Sinnrs fa per voi.

Track by Track
  1. Nihil - Intro S.V.
  2. To derive Eden's flame 75
  3. The storm of I 80
  4. Lift my bones 75
  5. Renowned praetorians - Intermezzo S.V.
  6. No promise to mankind 75
  7. It calls me 85
  8. Et sic incipit 80
  9. Watch her soul burn 70
  10. Commemorate none 75
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 80
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
77

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 22.04.2019. Articolo letto 139 volte.

 

Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.