Final Cut «Jackhammer» (2019)

Final Cut «Jackhammer» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
24.03.2019

 

Visualizzazioni:
371

 

Band:
Final Cut
[MetalWave] Invia una email a Final Cut [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Final Cut [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Final Cut

 

Titolo:
Jackhammer

 

Nazione:
Svizzera

 

Formazione:
- Christoph Krippel :: Bass;
- Christian Abt :: Guitars lead;
- Florian Brändle :: Drums;
- Lukas Bühler :: Guitars, Vocals backing;
- Giulio Serratore :: Vocals

 

Genere:
Thrash Metal

 

Durata:
41' 52"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
15.03.2019

 

Etichetta:
Art Gates Records
[MetalWave] Invia una email a Art Gates Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Art Gates Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Art Gates Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Art Gates Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Art Gates Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

I tedeschi Final Cut tornano con questo nuovo album “ Jackhammer” a distanza di qualche anno dal debutto con il nuovo cantante, nostro connazionale, Giulio Serratore che con la sua cattiveria rende il thrash metal della band ulteriormente potente e attraente. La buona proposta degli F.C. si rafforza con l’inserimento all’interno dei brano di qualche piccola sorpresa che spazia tra contesti ritmici quasi blues a parti realizzate addirittura con armonica e via discorrendo; ritmiche serrate e riff cazzuti non poco, rendono questo disco una vera mazzata sui denti, la band spazia tra andature più irruenti alternate ad altre appena più moderate ma il punto forte dell’intero lavoro è l’immancabile potenza ed aggressività sonora tipiche di un thrash ignorante e secco come quello tedesco che ci delizia da oltre un trentennio con band tra le migliori al mondo. Gli F.C. in effetti hanno questa dote nel proprio DNA e non si risparmiano a nulla e sparano al meglio le proprie cartucce sia con l’aggressività dell’opener “ Full Steam Haed” per raggiungere apici incredibili sotto il profilo ritmico con “ Creature”; ma ancora che dire di brani folli come “Generation Y” e lo strepitoso “Grin” brani da sentire ininterrottamente; grintoso è anche l’aspro cantato, una via di mezzo tra clean caldo e scream arrabbiato ma non urlato. Un disco splendido senza altro aggiungere.

Track by Track
  1. Full Steam Ahead 85
  2. Creature 85
  3. Break The Barriers 80
  4. Monumentum 80
  5. Generation Y 85
  6. Prejudices 85
  7. Regrets 80
  8. Grin 85
  9. Die Or Die, Guaranteed 80
  10. Picass's Thoughts 80
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 80
  • Tecnica: 85
Giudizio Finale
81

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 24.03.2019. Articolo letto 371 volte.

 

Articoli Correlati

Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.