Sunpocrisy «Eyegasm, Hallelujah!» (2015)

Sunpocrisy «Eyegasm, Hallelujah!» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
02.01.2016

 

Visualizzazioni:
1234

 

Band:
Sunpocrisy
[MetalWave] Invia una email a Sunpocrisy [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Sunpocrisy [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Sunpocrisy

 

Titolo:
Eyegasm, Hallelujah!

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Matt Boner :: Guitars, Art
Riccardo Fanara :: Drums
Stefano Gritti :: Synth, Live Visuals
Jonathan Panada :: Guitars, Vocals
Marco Tabacchini :: Guitars, Noise
Gabriele Zampieri :: Bass, Vocals

 

Genere:
Post-Metal / Progressive

 

Durata:
1h 10' 33"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
01.11.2015

 

Etichetta:
Drown Within Records
[MetalWave] Invia una email a Drown Within Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Drown Within Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Drown Within Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Drown Within Records
Shove Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Nee-Cee Agency
[MetalWave] Invia una email a Nee-Cee Agency [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Nee-Cee Agency [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Nee-Cee Agency [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Nee-Cee Agency

 

Recensione

Se ci si ferma solo al nome della band e al titolo dell’album, i Bresciani Sunpocrisy potrebbero sembrare una band death metal, ma invece questo loro secondo album è un ottimo esempio di Post Metal incrociato con il progressive nonché con il Post Hardcore, come in effetti la bella copertina lascia suggerire.
Ora, in questi 70 minuti e passa di musica era possibile rovinare tutto in tanti modi, come ad esempio aggiungere inopportune tentazioni di metal estremo, oppure le parti post potevano essere le solite lungaggini che sarebbero andate a cozzare con qualsiasi altra influenza esterna, ma per fortuna no. Le canzoni sono lunghe, ma i Sunpocrisy ce la fanno e basta sentire la drammaticità di “Eyegasm” per stare a galla, che toglie via molto del metal a cui siamo abituati per preferire per rimpiazzarlo con un mood languido e malinconico, simile in questa canzone a certi Amorphis, e lo stesso mood viene confermato nella seconda “Mausoleum of the almost” stentorea ma con un crescendo incredibile, e la stessa cosa si può dire per “Eternitarian”, l’unica più aggressiva all’inizio. Questa canzone, insieme alla più completa di tutte “Gravis Vociferatur”, che condensa tutte le influenze dei Sunpocrisy, costituisce la parte forte dell’album, quella meglio riuscita, senza ovviamente togliere alle conclusive “Festive Garments”, a volte che sembra rifarsi a qualcosa degli Zippo, e “Hallelujah!”, quasi biblica nella sua conclusione. La forza di quest’album sta proprio in questo, nel fatto di sfruttare in maniera eccellente un songwriting che parte dal Post e che arriva a complicarsi e ad aborrire sempre di più la forma canzone, fino appunto ad approvare nelle lande del Progressive, dove qualche parte più rabbiosa e con voce urlata, direi più sludge, non riesce a spostare più di tanto le coordinate sonore da un mood così riflessivo, terso e dilatato.
In altre parole: “Eyegasm...” dei Sunpocrisy è un album obbligatorio per gli amanti del Post più complesso, anche gli amanti del prog più anni 70 potrebbero apprezzarlo, di sicuro non ci dovrebbe essere problema per tutti quelli che amano questi due generi musicali e ciò che ci sta nel mezzo. Se siete tra questi, “Eyegasm, Hallelujah!” è da comprare.

Track by Track
  1. Eyegasm 80
  2. Mausoleum of the almost 80
  3. Transmogrification - Intermezzo S.V.
  4. Eternitarian 80
  5. Of Barbs And Barbules - Intermezzo S.V.
  6. Kairos through Aion 75
  7. Gravis Vociferatur 85
  8. Festive Garments 85
  9. Hallelujah! 85
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 80
  • Originalità: 85
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
81

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 02.01.2016. Articolo letto 1234 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.