Joe Sal «Live at Scimmie» (2014)

Joe Sal «Live At Scimmie» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
26.07.2014

 

Visualizzazioni:
942

 

Band:
Joe Sal
[MetalWave] Invia una email a Joe Sal [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Joe Sal [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Joe Sal [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Joe Sal [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Joe Sal [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Joe Sal [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di Joe Sal [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Joe Sal

 

Titolo:
Live at Scimmie

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Joe Sal :: voce e chitarra

 

Genere:
Indie Rock

 

Durata:
26' 59"

 

Formato:
EP

 

Data di Uscita:
05.01.2014

 

Etichetta:
Autoproduzione

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Mazzarella Press Office
[MetalWave] Invia una email a Mazzarella Press Office [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Mazzarella Press Office [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Mazzarella Press Office

 

Recensione

Live acustico interlocutorio per Joe Sal, musicista turnista che con questo EP di 7 tracce per 27 minuti di musica arriva al suo debutto solista discografico.
Perché interlocutorio? Beh, è presto detto: è pur sempre un EP, e acustico. Carino sì, ma che per quel che mi riguarda non giustifica il prezzo dell’album a meno che non sia economico. Beninteso: le canzoni sono non male, “She-cat” è bluesy, sinuosa e convincente, mentre la moderata “What I leave” vince il mio cuore e sta tra le mie preferite di questo EP, ma l’interesse oltre agli assidui frequentatori di questa musica, finisce qui, più o meno. Io avrei optato per qualche brano in più, qualche cover, rifacimenti o che altro, ma così il primo assaggio di Joe Sal solista è un po’ scarnino. E sinceramente non credo ci sia molto altro da dire, se non che “Cold Sting” e “No lies” aspettano a gran voce di essere suonate con gli altri strumenti e in versione elettrica.
Ripeto: EP non brutto, ma il cui voto è mortificato dal prezzo. Se tuttavia arriverà a costare poco, dategli una possibilità, ma solo i fans di questo tipo di musica e di Joe Sal.

Track by Track
  1. In the news 65
  2. Meet Someday 65
  3. She-cat 70
  4. What I leave 70
  5. Cold sting 65
  6. No lies 65
  7. Don't exist 60
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 65
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 65
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
67

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 26.07.2014. Articolo letto 942 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.