Malauriu «Presagi di Morte» (2014)

Malauriu «Presagi Di Morte» | MetalWave.it Recensioni Autore:
SorgLord N. »

 

Recensione Pubblicata il:
22.05.2014

 

Visualizzazioni:
1348

 

Band:
Malauriu
[MetalWave] Invia una email a Malauriu [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Malauriu [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Malauriu

 

Titolo:
Presagi di Morte

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Marbas - Voce
Asmodeus - Chitarre, Basso, Tastiera e voce
Otis - Batteria

 

Genere:
Black Metal

 

Durata:
18' 50"

 

Formato:
EP

 

Data di Uscita:
2014

 

Etichetta:
Autoproduzione

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Quello dei siciliani Malauriu è davvero un ep di tutto rispetto. Presagi di morte è un disco violento, aggressivo, tagliente come non mai. In una cornice black metal tutto fuorchè baroccheggiante la band ci propone 7 brani ben eseguiti con riff tipici del black misti ad alcuni che ricordano vagamente quelli della vecchia scuola thrash metal.
"Sentieri di Morte" ci porta in uno scenario lugubre ed abbandonato, solcato da un gelido vento che fa da sfondo ad una chitarra tetra ed una batteria cadenzata. Più si va avanti e più il tutto diventa aggressivo; "Oltre La Soglia" è scandita da una voce quasi "cantilenante", accompagnata da riff grezzi ed avvolgenti che generano uno stato di ansia e soffocamento. "Culto del Caos", brano che ritengo eccellente, è un vero e proprio misto di thrash metal, black metal e ritmiche impregnate di folklore. Il pezzo, anche in base all'ascolto delle parole, è un vero e proprio manifesto contro la morale cristiana, non vi è nulla di estremamente complesso o aulico, tutto viene espresso in maniera diretta e violenta, senza troppi giri di parole. Passiamo dunque a "Valzer Macabro", un brano di pianoforte che "calma le acque" senza però farci uscire dal tetro scenario manifestatosi nelle canzoni precedenti. Questa calma è però destinata a durare davvero poco e si riparte subito con una violentissima ma anche atmosferica "La Tribù Dei Giudei" che insieme a "Figlio della Croce" conclude la parte più aggressiva del disco. "Dannazione Eterna", ultimo brano dell'EP, rende l'immagine sempre più sfocata.è un'atmosfera che ci allontana piano piano dalla tetra dimensione nella quale eravamo entrati.
In conclusione non posso che far altro che congratularmi con la band per questo disco eccezionale sia sotto un punto di vista tecnico che compositivo. è un EP che raccomando a tutti gli amanti del black diretto e macabro.
Ottimo Lavoro!!

Track by Track
  1. Sentieri di Morte 65
  2. Oltre la Soglia 70
  3. Culto del Caos 80
  4. Valzer Macabro 65
  5. La Tribù dei Giudei 65
  6. Figlio della Croce 75
  7. Dannazione Eterna 60
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 65
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 65
  • Tecnica: 65
Giudizio Finale
69

 

Recensione di SorgLord N. » pubblicata il 22.05.2014. Articolo letto 1348 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.