Acheronte «Genesis Of Evil» (2012)

Acheronte «Genesis Of Evil» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
980

 

Band:
Acheronte
[MetalWave] Invia una email a Acheronte [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Acheronte [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Acheronte [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Acheronte [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Acheronte [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Acheronte

 

Titolo:
Genesis Of Evil

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Lars :: Drums
Phobos :: Guitar, Backing Vocals
Lord Baal :: Vocals
A. T. La Morte :: Bass

 

Genere:

 

Durata:
23' 1"

 

Formato:
EP

 

Data di Uscita:
2012

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Dopo il primo buon demo del 2010, gli Acheronte da Ascoli Piceno tornano con il loro EP “Genesis of evil”, uscito tramite la SBRT records con una veste grafica non male e 4 canzoni più intro per 23 minuti di musica.
E la musica qui proposta è un black metal tirato e fosco che il più delle volte si avvicina all’oscurità dei primi dischi dei Besatt (“Hellstorm” soprattutto nella opener “Extinction of life”) a cui si unisce la pazzia dei Funeral Mist oltre che sprazzi di un istinto old school alla Athanor del disco “666%...” come in “Sepolto dai tuoi peccati”. Il tutto senza avvicinarsi particolarmente ai guizzi delle bands suddette, ma ciononostante questo quartetto marchigiano qualche scossa lungo la schiena sa tirarcela, fatto evidente soprattutto nelle ultime due composizioni, ovvero la già citata “Sepolto dai tuoi peccati”, macabra e rockeggiante, e la grezza e acida title track, forse la più vicina ai Funeral mist, senza contare la terza “Sacrifice for the king of the desert”, più svedese e melodica tipo certi primi Lord Belial.
Ma se il cd è composto bene e ha una bella veste grafica, meno mi ha soddisfatto la sua realizzazione. Anzitutto la qualità sonora: troppo sintetica e triggerata, con la batteria troppo in primo piano e che ammazza le atmosfere dell’EP che invece necessitano di una produzione più calda, inoltre mancano delle sovraincisioni, una partitura di chitarra ritmica, effetti alla voce e forse anche qualche armonizzazione che avrebbero reso il cd in questione non più bello di quanto già non sia, ma di sicuro più rifinito.
Quindi: un disco bello a livello di composizioni, consigliabile a chi dedica attenzione al black metal underground, ma che manifesta anche una band che forse deve farsi un po’ più esperienza in studio di registrazione per far esaltare al meglio la propria proposta musicale. Trattandosi di un EP al debutto questo non è un grosso problema e anche così il disco si può sentire, ma da questo aspetto gli Acheronte possono migliorare. Per il resto, dategli una possibilità.

Track by Track
  1. Intro 65
  2. Extinction of life 65
  3. Sacrifice for the king of the desert 70
  4. Sepolto dai tuoi peccati 80
  5. Genesis of evil 80
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 60
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 65
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
70

 

Recensione di Snarl » pubblicata il --. Articolo letto 980 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.