O «Il Vuoto Perfetto» (2012)

O ĞIl Vuoto Perfettoğ | MetalWave.it Recensioni Autore:
carnival creation »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
1704

 

Band:
O
[MetalWave] Invia una email a O [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di O [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di O [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di O [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di O

 

Titolo:
Il Vuoto Perfetto

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
M - Bass
E - Guitar
N - Guitar
T - Drums
S - Vocals

 

Genere:

 

Durata:
30' 0"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
2012

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Dopo il buon split assieme agli Hungry Like Rakovitz, la band di Biella ritorna con una sorta di concept dall'incedere coraggiosissimo e che potrebbe di certo fare la felicità di tutti quegli appassionati del metal estremo sempre con occhio rivolto alla sperimentazione più totale.
In effetti il Black/Grindcore/Hardcore/Noise degli O è qualcosa che lascia il segno, su questo è impossibile controbattere. "Il Vuoto Perfetto" è un album costruito splendidamente che riesce a gettare le basi per delle produzioni future nelle quali i nostri potrebbero evolversi ancor di più migliorando e smussando qualche angolo.
Indigesti all'ascolto? Forse un po' per tutti coloro che non sono soliti masticare delle frequenze così strane, distorte e ricche di dettagli; in fondo gli O hanno la malvagità di un gruppo Black, la cieca violenza di una band Grind, la tecnica del Death Metal, la sperimentazione di un buon progetto Noise e l'assoluta padronanza di ciò che vogliono esprimere, sempre in lingua rigidamente italiana.
Questi testi (stupendi per altro!) vengono comunicati per mezzo dei più disparati modi, urlati o sussurrati che sia, il singer trasmette quella teatralità tanto voluta mentre sotto di lui sembra che si verifichi un'apocalisse di suoni di una violenza inaudita ma con cognizione di causa per cui troverete atmosfere addirittura surreali che si creano da sfuriate provenienti un po' dal Black, un po' dal Grind e qualsiasi altra creatura del metal estremo possiate immaginare.
Ai nostri piace esplorare e questo non è un mistero ma a voialtri che ancora dovete/volete cimentarvi con tale musica dico: andateci piano all'inizio in quanto, è vero che il platter ha una durata di una sola mezzora, ma è una mezzora che vi massacrerà come una miriade di pugni in pieno volto e senza testi sottomano difficilmente comprenderete tutto il messaggio che il concept intende comunicarvi.
Per ora non posso che scrivere "ottimo lavoro!".

Track by Track
  1. Apnea 85
  2. - 80
  3. Addio Alla Luce 75
  4. Non è Vivo 80
  5. Di Vita e Altri Veleni 80
  6. Contemplando 70
  7. Creatori Nascosti 70
  8. Il Grande Freddo 70
  9. L'Inizio 75
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 85
  • Qualità Artwork: 80
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 85
Giudizio Finale
78

 

Recensione di carnival creation » pubblicata il --. Articolo letto 1704 volte.

 

Articoli Correlati

News
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti