Kerosene «Face The Real» (2011)

Kerosene «Face The Real» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Zoro »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
1043

 

Band:
Kerosene
[MetalWave] Invia una email a Kerosene [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Kerosene [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Kerosene [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Kerosene

 

Titolo:
Face The Real

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Alessio - Voce
Elvys - Chitarra
Billy - Basso
Rawdeath - Batteria

 

Genere:

 

Durata:
45' 0"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
2011

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Arrivano al secondo album i Kerosene, band di Terni con un monicker che promette di dar fuoco alle casse dei nostri stereo, con una musica che la band definisce semplicemente Alternative Metal. Nomenclatura in effetti azzeccata, in quanto nella musica dei nostri la carne al fuoco è tanta e di varia provenienza, e risulta difficile catalogarli altrimenti. Mi limiterò a dire tanto hard rock (sapore classico e retrogusto americano), e tanto groove di grana grossa, smorzato nell’aggressività da un evidente interesse per la melodia.
Di solito un mix di stili è una strada artistica diretta verso un sound che, seppur derivato, suoni in un qualche modo fresco. Purtroppo questo non è il caso di Face The Real, che nella maggior parte dei suoi pezzi non riesce a sbarazzarsi di una fastidiosa puzza di già sentito, e si limita a suonare semplicemente “bene”. In effetti, nonostante la musica sia piacevole e coinvolgente nella sua genuina energia, le canzoni mancano di incisività, e anche dopo ripetuti ascolti dell’album, è difficile segnalare dei momenti notevoli, delle track davvero killer. Inoltre, se la parte strumentale ha un suono pieno e ricco, lo stesso non posso dire della voce del cantante, che pur facendo bene il suo mestiere, senza sbavature, è un po’ debole, a tratti nasale, e non esalta più di tanto. Non sto dicendo che non mi è piaciuta, semplicemente non mi ha nemmeno entusiasmato.
Insomma, un album discreto, composto e prodotto con professionalità e passione, ma che manca di intensità. Consigliato a chi ama le sonorità rock classiche reinterpretate con uno sguardo rivolto alla modernità.

Track by Track
  1. Face The Real 65
  2. Get Out Of My Way 70
  3. Euthanasia 70
  4. A New Day 65
  5. My Obsession 60
  6. In Chains 65
  7. My Friend 65
  8. Betray Yourself 65
  9. Something To Believe In 60
  10. Without Rules 65
  11. Your Time Has Come 65
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 55
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
66

 

Recensione di Zoro » pubblicata il --. Articolo letto 1043 volte.

 

Articoli Correlati

News
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.