Tony Tears «Pains» (2023)

Tony Tears «Pains» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
15.05.2024

 

Visualizzazioni:
172

 

Band:
Tony Tears
[MetalWave] Invia una email a Tony Tears [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Tony Tears [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Tony Tears

 

Titolo:
Pains

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Tony Tears :: all concept;

 

Genere:
Darksound / Doom

 

Durata:
39' 0"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
27.11.2023

 

Etichetta:
Bloodrock Records
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Bloodrock Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Bloodrock Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Frantic Mule
[MetalWave] Invia una email a Frantic Mule [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Frantic Mule

 

Recensione

Disponibile da qualche mese il nuovo “Pains” album del progetto Tony Tears in cui sei tracce per quasi quaranta minuti di ascolto abbracciano contesti sonori rock prog di matrice psichedelica e filosofica protesi verso un darksound strumentale dinamico e moderato. Il nuovo disco rivela la passione esoterica del suo autore da sempre alla ricerca di simbolismi e di contatti spirituali con il mondo dell’aldilà che spesso lo conducono in un contesto semicomatoso in cui riesce ad intravedere gli eventi futuri come l’attuale guerra in Ucraina. Lo stesso autore attraverso contesti ed effetti sonori di chitarra ma anche con l’ausilio dell’elettronica e del synth, riesce a sviluppare note e ambientazioni alcune volte più aggressive rispetto ad altre ma mai noiose o ripetitive. La carriera dell’autore come solista prende corpo con l’avvento del nuovo millennio e, dopo varie collaborazioni con diverse band, incentra tutto il proprio potenziale sulla creatura denominata Tony Tears. I sei brani scorrono abbastanza bene tenuto conto del contesto semi ipnotico di cui si fregiano, risultato questo frutto della sola ed unica esperienza vissuta ogni volta del proprio autore, Antonio Polidori. In sostanza si assiste un po’ ad un ritorno al passato in cui ciò che conta è la matrice dark da sempre colonna portante del progetto. L’album complessivamente è una discreta riuscita, probabilmente qualche pecca a livello di produzione ma ciò che conta è il ritorno dell’autore, tassello da sempre essenziale nel panorama del dark metal nostrano.

Track by Track
  1. La chiave dell angoscia 70
  2. I Tormenti di Giordano Bruno 70
  3. Gli Invisibili 75
  4. Da un altra dimensione mi comunico' 75
  5. Audi dolorem animae 70
  6. Pains 75
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 65
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
72

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 15.05.2024. Articolo letto 172 volte.

 

Articoli Correlati

News
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.