Lacuna Coil + Poisonblack + Novembre

Data dell'Evento:
24.09.2006

 

Band:
Lacuna Coil
Poisonblack
Novembre [MetalWave] Invia una email a Novembre [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Novembre [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Novembre

 

Luogo dell'Evento:
Teatro Tendastrisce

 

Città:
Roma

 

Promoter:
Live [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Live .
Kick Promotion Agency [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Kick Promotion Agency

 

Autore:
Jerico»

 

Visualizzazioni:
1735

 

Live Report

[MetalWave.it] Immagini Live Report: Nessuna Descrizione Location Roma Teatro Tenda, spazio rinnovato acustica discreta.

Sono entusiasta di poter assistere a questo evento e finalmente poter assaporare senza filtri alla performance della band milanese che con grande determinazione è riuscita a dare luce al metal gothic italiano affascinando l’Europa e incuriosendo gli Stati Uniti.

Giungo con estremo ritardo, riesco ad assaporare l’ultimo brano dei Novembre che mi lasciano piacevolmente stupita con un pizzico di orgoglio romano che non guasta mai soprattutto quando la qualità della musica è molto buona.
Mi guardo attorno e vengo letteralmente rapita DAL TRIPUDIO DEL GOTIKO, osservo affascinata le mille sfaccettature e le particolarità di ciascuno.
Si percepisce l’amore che hanno verso questo gruppo ed immagino i riti preparatori prima del concerto, ogni singolo accessorio è stato scelto con cura ed il risultato nella globalità dona all’evento misticità , senza mezzi termini IL PUBBLICO E’ SPETTACOLARE. Un energumeno di 1.80 tutto piercing, tattoo e catene nasconde il volto dietro una nuvola di zucchero filato e dietro di lui molti altri ancora………e poi dicono che i metallari non sono tipi dolci.

Rapido cambio, il pubblico duro, quello delle transenne inizia a scaldarsi arrivano i finlandesi Poisonblack senza particolare virtuosismi non riescono a destare una particolare curiosità nel mio animo crudele.

Il pubblico si divide molti preferiscono uscire per fumare io sinceramente mi unisco a loro. Sostanzialmente sonorità trite ritrite e poi a dirla tutta la maglia di Ville Laihiala mi ha dato parecchio fastidio. I più nostalgici e gli amanti dei Sentenced gradiscono la performance probabilmente.

Arriva il momento dei Lacuna, un sipario di velluto rosso cela l’allestimento del palco. Alle 22.30 finalmente si parte e intuisco da subito che la cosa può interessarmi e soddisfare tutte le aspettative ed oltre. Si vede che la band ha una grande esperienza live, sanno come coinvolgere il loro pubblico e le voce di Cristina ed Andrea sono sincronizzate alla perfezione. Il pubblico è in completo delirio, Andrea dedica Fragile ai Novembre e ai Poisonblack e c’è da dire che sicuramente le note dell’ultimo lavoro sono quelle che infiammano maggiormente la platea. SENZA FINE seguita da TO THE EDGE anticipano un inedito presentato nei due precedenti concerti di Roncade e di Cesena. Incredibile 12 brani e i Lacuna sono già nel Backstage, dieci minuti e si riparte con una suggestiva intro solo voce su Enjoy the Silence. Andrea annuncia la prossima uscita del nuovo video con Closer. L’aria e rovente e nessuno può immaginare che solo due brani Heaven's A Lie e Our Truth li separa dalla fine di questa magica serata.

E così sul più bello la magia scompare, non prima di aver ricevuto rassicurazioni da Andrea sul futuro della band che sembra non essere attratta, almeno a parole, da circuiti più commerciali.
Pensiamo quindi che la concessione al mercato è e rimane la cover dei Depeche, conquistando parte della MTv generation e dando loro la possibilità di approcciarsi al metal ma rimanendo con i piedi ben piantati nella musica fatta per passione senza troppe concessioni… un buon compromesso della serie ti facciamo la cover… ma il resto è tutto nostro.
Nell’uscita non posso non ascoltare la delusione dei ragazzi che desideravano un concerto più sostanzioso e non una performance da un’ora e dieci, pausa inclusa, siamo a Roma e la romanità di certo non aiuta a sedare gli animi ma piuttosto arriva a scomodare gli avi dei sei milanesi, che ora pagano lo scotto di essere pure di Milano.

Sono rimasta piacevolmente colpita e questo concerto lo ricorderò per lungo tempo anche grazie a Jerico e alla sua generosità.

Una bella esperienza.

(Live Report di Anna Altamura)

 

Immagini della Serata

 

Recensione di Jerico Articolo letto 1735 volte.

 

Articoli Correlati

News
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.