Intervista: S.R.L.

Nessuna Descrizione Tornata agli onori della cronaca dopo quattro anni di silenzio, la S.R.L., storica compagine del metal tricolore proveniente dalla conca ternana, si ripresenta oggi con un nuovo album, una nuova line-up e tanta voglia di farsi di nuovo sentire. Dopo aver recensito sulle nostre pagine la recente release "Mutatio Et Męstitia", abbiamo raggiunto i due chitarristi della band Alcio ed Elvys per sapere di pił su quanto sta accadendo fra le fila del quintetto di Terni. Buona lettura!

 

Se la matematica non è un'opinione, quest'anno avete tagliato il traguardo dei quindici anni d'attività. Come ci si sente dopo così tanto tempo di militanza nel mondo del metal italiano? Vi sentite di tracciare un piccolo bilancio della vostra carriera?

Alcio :: In effetti la matematica ti da ragione: quest'anno ricorre il quindicesimo anno di attività del gruppo! Se devo essere onesto, non è che ci si senta in maniera particolare dopo tutto questo tempo. Sappiamo solo che ci sentiamo estremamente motivati, manco fosse il nostro primo mese di vita!

Rispetto agli anni scorsi, oggi la S.R.L risulta parzialmente mutata nel suo assetto. Cos'ha portato alla separazione con i vecchi "soci" e com'è avvenuto l'innesto dei nuovi membri in line-up?

Alcio :: Credo di poter dire che i motivi dello split siano insiti a quanto detto nella precedente domanda/risposta. Gli altri membri del gruppo hanno cominciato a sentirsi stanchi del grande impegno di cui la S.R.L. necessita per sussistere. Vedi, i ragazzi si sono trovati di fronte ad un bivio nel momento in cui le loro scale di valori personali sono cambiate. Questo aveva portato ad un periodo di stanca, cui bisognava in qualche modo porre rimedio, per salvaguardare l'esistenza del gruppo stesso.

Elvys :: Non posso che essere onorato di essere entrato a far parte di una realtà così longeva nel metal italiano, soprattutto perché prima di essere un "socio" della band sono un fan della stessa.

"Mutatio Et Mæstitia" è arrivato a seguito di un periodo abbastanza travagliato per voi. Come lo avete vissuto e cosa secondo voi ha favorito il ricompattare della band?

Alcio :: Beh...nella spiegazione del titolo è spiegato tutto il nostro stato d'animo. Sentivamo che un cambiamento fosse necessario, ma è stato comunque triste ritrovarsi dopo tutti questi anni senza i soliti compagni di scorribande. Aver trovato gente motivata e con idee nuove, ma coerenti al nostro stile, è quello che ci ha dato la spinta definitiva per la produzione del disco.

Elvys :: Tutti avevamo buone idee musicali per il successore di "In Memoria Temporis", i rapporti personali tra noi quattro strumentisti sono sempre stati buoni, anche prima di decidere di suonare insieme. Khaynn si è subito amalgamato bene al gruppo: in definitiva si è creata una buona alchimia nella band.

Parliamo più approfonditamente della vostra ultima uscita. Già in sede di recensione abbiamo accennato a quell'evoluzione stilistica che ha portato il sound S.R.L. a differenziarsi ancor di più rispetto al passato e a spingersi verso un thrash/death aggressivo e maggiormente d'impatto. Com'è avvenuto questo progressivo avvicinamento alle vostre sonorità odierne?

Alcio :: In maniera del tutto naturale. So che sembra la solita frase già letta in altre milioni di interviste, ma nulla è di più vero per noi. L'evoluzione comunque è tangibile in ogni disco fin qui prodotto.

Elvys :: Sicuramente il cambio di line-up, l'ingresso di Khaynn, singer dalle caratteristiche vocali particolari, il mio ingresso nella band, visto anche il progetto in comune con Rawdeath e Jerico (Subliminal Crusher), sono sicuramente alcuni degli elementi che hanno deviato la sonorità degli S.R.L. verso lidi più estremi.

C'è qualche pezzo a cui vi sentite maggiormente legati oppure, dato che sono frutto del vostro lavoro, avete indifferentemente con tutti un legame "paterno", come un padre fa con i propri figli?

Alcio :: Senza togliere nulla agli altri brani, il mio preferito è "La Sentenza".

Elvys :: Personalmente mi sento particolarmente legato a "Melma", che è uno dei brani del disco che ho scritto: ha un feel molto particolare secondo me. A parte questo piccolo legame "paterno", sento miei tutti gli altri brani indifferentemente, anche se ovviamente non sono stati scritti solo da me.

Prerogativa anche di questo nuovo album sono le liriche in lingua madre che da sempre vi contraddistinguono. Già dal titolo, “Mutatio Et Mæstitia” fa presagire ad un ideale concept basato sui cambiamenti dell'uomo. Vi và di approfondire l'argomento?

Alcio :: Hai centrato completamente l'argomento. Abbiamo provato a trasporre in liriche i nostri pensieri sui cambiamenti che si hanno nella vita, vagliandone i vari aspetti e i riflessi che danno nella vita di ognuno, criticando anche chi non vuole in alcun modo provare cambiare.

Sempre a proposito dei vostri testi, da alcuni anni siete promotori della raccolta "Assalto all'Arma Bianca", compilation che raduna gruppi metal dello stivale autori di testi in italiano. So che è in cantiere un terzo volume. Ci volete dare qualche anticipazione?

Alcio :: E' uno strumento per rafforzare il concetto da noi supportato sulla validità della nostra lingua nelle sonorità metal. Vi renderete conto di cosa stiamo parlando ascoltando le realtà nostrane più fresche. Rimanete sintonizzati su http://www.metalwave.it

"Mutatio Et Mæstitia" è uscito per la New LM Records in Italia e da poco anche sotto la Marquee Records per il mercato americano. In tempi in cui il mercato discografico sta attraversando serie crisi, quali sono le vostre aspettative sul lavoro di queste due etichette? Temete dei riscontri al di sotto delle aspettative o siete certi di un buon lavoro?

Alcio :: Guarda, un gruppo come il nostro, sfortunatamente, non vive dei proventi della vendita dei propri dischi, per cui non ci aspettiamo di diventare milionari con "MEM". Nonostante il disco non sia uscito da molto, però, già abbiamo ricevuto complimenti e ottime recensioni un po' ovunque, per cui per noi questo è già un ottimo risultato. Essere stati contattati poi anche da una etichetta brasiliana che ci ha chiesto le licenze per pubblicare il lavoro nelle americhe ed in Giappone, per noi è già un qualcosa in più rispetto ad "In Memoria Temporis". Vedremo col tempo come andranno le vendite: per ora siamo già soddisfatti di come sta andando.

Sul fronte live siete tornati belli attivi, presenziando in diverse uscite. Com'è stata accolta la nuova produzione S.R.L. dal pubblico? E quali saranno i vostri futuri impegni?

Elvys :: Ad oggi la nuova evoluzione stilistica è stata presa molto bene dal pubblico ai concerti, e fortunatamente anche le prime recensioni dell’album sembrano darci ragione. Speriamo continui per la strada buona.

Cosa ci dobbiamo ancora aspettare dalla S.R.L. negli anni a venire? C'è già in cantiere qualche idea per un successore di "Mutatio Et Mæstitia"?

Alcio :: Qualche bozza di brano nuovo già c'è...e dobbiamo dire che grazie alle nuove tecnologie di computer music, stiamo già lavorandoci sopra. Di più non possiamo ancora dire.

Elvys :: In realtà la fase di songwriting di "MEM" non è mai terminata, finite le registrazioni dell'album avevamo ancora idee da lavorare, che ovviamente verranno sfruttate quanto prima per il prossimo album.

Siamo giunti ai saluti finali. Nel ringraziarvi per questa chiacchierata, avete ancora qualche parola da lasciare ai lettori di Metal Wave?

Alcio :: Grazie ragazzi per il supporto...che dire di più????

Elvys :: Vorrei ringraziarvi per lo spazio, invitando i lettori di Metal Wave a visitare il nostro sito: http://www.s-r-l.it per tutte le info, i concerti e le ultime news!

Altre Immagini

 

Intervista di Cynicalsphere Articolo letto 1316 volte.

 


Articoli Correlati

News
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.