Sacrilege «The Court Of Insane» (2019)

Sacrilege «The Court Of Insane» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
16.03.2020

 

Visualizzazioni:
266

 

Band:
Sacrilege
[MetalWave] Invia una email a Sacrilege [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Sacrilege [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Sacrilege [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Sacrilege [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di Sacrilege

 

Titolo:
The Court Of Insane

 

Nazione:
U.k.

 

Formazione:
Bill Beadle :: Guitars, vocals
Jeff Rolland :: bass
Neil Turnbull :: drums
Eddie Webb :: guitars
Paul Macnamara :: guitars

 

Genere:
NWOBHM / Heavy Rock

 

Durata:
55' 22"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
02.08.2019

 

Etichetta:
Pure Steel Records
[MetalWave] Invia una email a Pure Steel Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Pure Steel Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Rockers and Other Animals PR
[MetalWave] Invia una email a Rockers and Other Animals PR [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Rockers and Other Animals PR [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Rockers and Other Animals PR

 

Recensione

Sette album in 8 anni (l’ultimo è questo uscito nel 2019). Questo è il ruolino di marcia per i veterani Inglesi Sacrilege, che pur essendosi formati nell’83 con qualche demo, recuperano il tempo perduto con una tabella di marcia davvero che lascia stupefatti. Il tutto, però, per un risultato carino, frutto di una band che probabilmente punta più che altro a divertirsi e non ad essere la next big thing.
Infatti, “The court of insane” all’ascolto si rivela il frutto di un heavy metal anni 80 in realtà non male e dal tiro discreto, che colpisce nella buona e Priestiana “Lies”, o nel roccioso mid tempo della title track, così come nella non male “Depression”, altrettanto rocciosa malgrado il titolo, per un album che funziona più o meno a lento rilascio, nel senso che non bisogna aspettarcisi delle sparate di adrenalina da questo disco, ma piuttosto un rilascio costante, sicuro, che prende quel mood del brano e non lo abbandona mai per tutta la durata voluminosa dei brani, che a parte in 3 occasioni sono intorno o oltre i 6 minuti, arrivando anche a 7 e mezzo. E la particolarità del disco, ma volendo anche il difetto dell’album è proprio questo, cioè il fatto di suonare un po’ allungato, con degli intro in molti brani di 60/90 secondi, e addirittura stranezze come la parte in cui in “I can hear the silence” si sente un botta e risposta che dal vivo si farebbe tra cantante e pubblico, solo che è da studio. E cose del genere non si sentono solo in questo brano: l’attitudine è un po’ quella di suonare come se la band stesse suonando live e di conseguenza i brani risultano allungati e suonano un po’ innaturali, troppo lunghi e in generale danno un po’ un senso di fastidio perché certe lungaggini vanno bene dal vivo una volta, ma non su disco sempre. Il classico caso è dato dal quarto brano, che senza un intro irrilevante e una conclusione allungata, arrivava a durare due minuti e mezzo in meno!
Insomma: la musica c’è, ma la produzione di “The court of the insane” lascia un po’ a desiderare e zavorra un disco che altrimenti suonava bene. Grosso modo “The court of the insane” non è male e anzi se il metal anni 80 è il vostro genere, questo disco dei Sacrilege potrebbe ancora ben fare al caso vostro, conoscendo la fanbase, ma io dico comunque che seppur bello, è anche un po’ dispersivo.

Track by Track
  1. Celestial City 70
  2. Lies 75
  3. The court of the insane 70
  4. Bring out your dead 65
  5. Depression 70
  6. No bequeath 70
  7. The prophet 65
  8. Unhinged mind 70
  9. I can hear the silence 65
  10. Ride free 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 65
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
70

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 16.03.2020. Articolo letto 266 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.