Starbynary «Divina Commedia - Purgatorio» (2019)

Starbynary «Divina Commedia - Purgatorio» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
29.07.2019

 

Visualizzazioni:
251

 

Band:
Starbynary
[MetalWave] Invia una email a Starbynary [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Starbynary [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Starbynary

 

Titolo:
Divina Commedia - Purgatorio

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Joe Caggianelli :: Vocals;
- Leo Giraldi :: Guitars;
- Luigi Accardo :: Keyboards;
- Alfonso Mocerino :: Drums;
- Sebastiano Zanotto :: Bass;

 

Genere:
Power / Prog Metal

 

Durata:
1h 9' 24"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
14.06.2019

 

Etichetta:
Art Gates Records
[MetalWave] Invia una email a Art Gates Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Art Gates Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Art Gates Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Art Gates Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Art Gates Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Prosegue il viaggio all’interno della Divina Commedia reinterpretata musicalmente dai lombardi Starbynary che, dopo il buon esito del primo capitolo tutto dedicato all’Inferno, ritornano oggi in maniera avvincente con il secondo capitolo intitolato “Divina Commedia Purgatorio”. Il clima che si respira è ottimale, la band nel proprio power progressive metal riesce ad immedesimare l’ascoltatore in maniera assai raffinata su scenari incredibili fatti di atmosfere quasi melodrammatiche unificate ad un maturo lavoro eseguito a regola d’arte sia dal synth che immancabilmente dalle due chitarre; il combo forte anche di una voce assai espressiva in totale clean quasi un po’ a ricordarci quella di John West negli Artension, ed effettua in maniera assai magistrale stesure e passaggi progressive di livello, mai banali ma dotti, propri a richiamare in ballo in ogni momento l’ingente opera del maestro Dante per onorarla sino in fondo e non renderla affatto banale; il clean maschile in alcuni casi è appoggiato da corali femminili fascinosi al punto da rendere quasi reale il mondo dantesco. Toni maestosi, synth in alcuni casi immedesimante violini, pianoforti drammatici e qualche accelerata di chitarra sono i giusti ingredienti per assaporare al meglio ed ininterrottamente l’opera composta da dodici brani in tutto tra cui una bonus track; la maestosità dell’opera prende subito corpo con l’ascolto della prima traccia “On the Shores of Purgatory” in cui la band mostra il buon assetto tra progressive e momenti di intensità del tutto coerenti con il buon stile già conosciuto nel corso del primo capitolo; anche la successiva “Miserere” propone un ottimo intendimento musicale, ottimi i passaggi più progressive; ma ancora da ricordare “Blindness” per i suoi magnetici riff che si susseguono nel corso dell’ascolto tra un’ingente performance della parte cantata; “In The Smoke”, per i suoi potenti quanto avvolgenti ritmi impossibili da non apprezzare dall’inizio alla fine del brano; ma ancora la band offre delle splendide situazioni con “Laying Bound” e con “The Suffering” due brani che nella loro diversa naturalezza riescono sempre più ad intensificarsi tra melodie e muscolare sonorità; buon brano anche per “Stars” dove melodie e successivi riff potenti offrono una linea compositiva di notevole pregio; a chiudere, la ballad in bonus track di “Ary” che decreta, stante forse un po’ la lungaggine dei brani, l’ottima riuscita per la band che vivamente consiglio all’acquisto.

Track by Track
  1. On The Shores Of Purgatory 85
  2. Miserere 80
  3. Underneath The Stones 80
  4. Blindness 85
  5. In The Smoke 85
  6. Running And Screaming 80
  7. Laying Bound 80
  8. The Suffering 80
  9. Walking Into Fire 80
  10. Eden 80
  11. Stars 80
  12. Ary (bonus track) 80
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 85
  • Originalità: 80
  • Tecnica: 85
Giudizio Finale
82

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 29.07.2019. Articolo letto 251 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.