Flying Disk «Urgency» (2018)

Flying Disk «Urgency» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
02.05.2019

 

Visualizzazioni:
108

 

Band:
Flying Disk
[MetalWave] Invia una email a Flying Disk [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Flying Disk [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Flying Disk

 

Titolo:
Urgency

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Simone Calvo :: Guitars, Vocals
Enrico Reineri :: Drums
Luca Mauro :: Bass

 

Genere:
Heavy Noise Rock

 

Durata:
24' 51"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
27.11.2018

 

Etichetta:
Brigante Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Anubi Press
[MetalWave] Invia una email a Anubi Press [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Anubi Press [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Anubi Press

 

Recensione

Discreto e poco più il nuovo full dei Cuneesi Flying Disk, autori di quello che definirei un mix tra certo grunge rock e noise, e che condensa 8 tracce scarne per 25 minuti di musica appena. Perché solo discreto? Perché sinceramente “Urgency” a me suona spesse volte carino, ma senza molta personalità, e si ritrova a suonare come altri proprio per questo motivo.
I primi due brani infatti confermano questa sensazione, con dei brani che vanno un po’ sul generico e dove manca quell’idea in più che fa spiccare i brani come si deve, e la situazione peggiora con una impersonale “Straight” e la più stoner oriented “Dirty sky”, dove è la chitarra in particolare che non morde come si deve, visto che riesce a cesellare i brani quando serve, ma che fa fatica a cambiare marcia e a donarci un riffone più diretto o quantomeno lineare, finendo per esitare un po’. Da qui in poi il risultato va a chiazze, con una “Night creatures” dove in effetti si sente più efficacia della chitarra, anche se il risultato ottimale viene davvero raggiunto solo in una “Hammer” più dura, nonché in una “Young Lizard”, dove finalmente il groove morde come si deve e si alterna senza scemare in parti più pacate. Questi sono gli unici brani che mi hanno davvero convinto di “Urgency”, in quanto sono gli unici che raggiungono una certa intensità. Il resto dei brani è invero ok, ma per me non portano niente di nuovo e non riescono davvero a distinguersi per via di una certa scarsità di idee.
In conclusione: “Urgency” pare piacere in giro, ma a me non mi convince ancora granché. Certo, la band ha qualche intuizione felice e promette bene, ma al momento mi suona un po’ generica e derivativa, che centra il mood dei brani, ma non vi aggiunge quella trovata in più che rende i brani davvero magici e potenti.

Track by Track
  1. One way to forget 60
  2. On the run 60
  3. Straight 55
  4. Dirty sky 60
  5. Night creatures 65
  6. Hammer 70
  7. Young lizard 70
  8. 100 Days 65
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 65
  • Qualità Artwork: 65
  • Originalità: 60
  • Tecnica: 65
Giudizio Finale
63

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 02.05.2019. Articolo letto 108 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.