Heleven «Medusa's Love Story» (2019)

Heleven «Medusa's Love Story» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
21.03.2019

 

Visualizzazioni:
260

 

Band:
Heleven
[MetalWave] Invia una email a Heleven [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Heleven [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Heleven [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Heleven [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Heleven

 

Titolo:
Medusa's Love Story

 

Nazione:
Spagna

 

Formazione:
- Higinio Ruiz :: Voce, chitarra;
- Álvaro Castilla :: Chitarra;
- Kike Martín :. Basso;
- Matías Famá :: Battería

 

Genere:
Metal Rock

 

Durata:
45' 10"

 

Formato:
Promo CD

 

Data di Uscita:
2019

 

Etichetta:
Art Gates Records
[MetalWave] Invia una email a Art Gates Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Art Gates Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Art Gates Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Art Gates Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Art Gates Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Di matrice metal rock prettamente moderna è quanto pressato in questo disco degli spagnoli Heleven recante titolo “Medusa's Story”, un genere che chi scrive tra queste righe sinceramente condivide poco risultando un po’ troppo smielato e non troppo attraente sotto il profilo compositivo. In sostanza il lavoro si dimena su andature distorte e non, con tratti particolarmente lenti che paiono molto protesi a far riflettere piuttosto che divertire con l’annessa quanto immancabile dose di elettronica. A tutto ciò, si aggiunga un clean quasi dolce, ma poco cazzuto e ignorante mentre i riff, propri di alcuni brani, sembrano anche fare un po’ d’effetto ma il genere in sostanza appare piuttosto commerciale puntando molto sulle correnti di mercato e non troppo su qualità e tecnica. Nulla quaestio sulle melodie e sulla buona espressività vocale ma in sostanza il metal rock proposto dagli Heleven si aggiunge al calderone che ospita centinaia e centinaia di band che amano e suonano questo genere; l’ascolto in alcuni casi, dirotta a similare qualche brano dall’altro come nel caso delle prime due tracce “Something New” e “Ghost Of Me”; i toni si incupiscono con “Waterfall” rendendo tutto molto lento e colmo di elettronica; la band è in ogni caso di creare anche momenti più soft come nel caso di “Last Change”, dove l’apertura acustica e il clean offre un iniziale clima piuttosto lento e armonioso che in sostanza si propaga per tutta la durata del brano; una potente scossa a base di metal ci viene poi fornita da “Above The Sky”, un brano distorto ma lento nei contenuti che nuovamente incentra il tutto sul buon clean vocale; seguono poi “Solitude […and Desolation]”, molto lento e moderato, quasi una ballad, che in conclusione un po’ annoia e “Titans And God”, diametralmente opposto dal precedente, forgiato su un metal molto moderno nei contenuti, ma nuovamente proteso al commerciale e al gioco di ritornelli clean cantati; “Come To Life” non si discosta molto dal suo predecessore mentre “Suffering Is Gone” offre nuovamente un quadro melodico appena più oscuro nei contenuti senza mai perdere la dose di grinta che lo contraddistingue; conclude il platter “ Love’s No End” in versione più rock ma assolutamente placata e moderata nei contenuti. Questo Medusa’s Story in definitiva, pur risultando un prodotto apprezzabile, offre poca attrattività e relativa personalità dirigendosi per una buona parte, come già accennato, ad un contesto musicale sin troppo commerciale.

Track by Track
  1. Something New 60
  2. Ghost Of Me 65
  3. Waterfall 60
  4. Last Change 60
  5. Above The Sky 65
  6. Solitude […and Desolation] 60
  7. Titans And God 65
  8. Come To Life 65
  9. Suffering Is Gone 60
  10. Love’s No End 65
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 60
  • Tecnica: 60
Giudizio Finale
63

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 21.03.2019. Articolo letto 260 volte.

 

Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.