Warmblood «God of Zombies» (2014)

Warmblood «God Of Zombies» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
27.03.2015

 

Visualizzazioni:
918

 

Band:
Warmblood
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Warmblood [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Warmblood

 

Titolo:
God of Zombies

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Giancarlo Capra :: Guitar, Vocals
Elena Carnevali :: Drums
Davide Mazzoletti :: Guitar

 

Genere:
Death Metal

 

Durata:
38' 36"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
27.10.2014

 

Etichetta:
The Spew Records
[MetalWave] Invia una email a The Spew Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di The Spew Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di The Spew Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di The Spew Records

 

Distribuzione:
Andromeda Distribuzioni Discografiche
[MetalWave] Invia una email a Andromeda Distribuzioni Discografiche [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Andromeda Distribuzioni Discografiche [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Andromeda Distribuzioni Discografiche
Code7 Distribution
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Code7 Distribution
Plastic Head
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Plastic Head [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Plastic Head

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Mi dispiace, ma così non ci siamo. Saranno anche al loro terzo album, saranno anche sotto Punishment 18 Records, ma i Warmblood da Lodi sono ben lungi dal colpirmi in questo “God of zombies”, che condensa in 38 minuti e mezzo 8 canzoni più intro e outro di un death metal che davvero è in crisi d’identità: a giudicare dalla copertina, sembra che siamo davanti a un gruppo gore tipo Cannibal Corpse, ma sin dalla prima vera canzone, “Post mortem transfiguration”, si può sentire che di brutalità qui ce n’è davvero poca. Spesso questo cd non va veloce, anzi predilige tempi medi o lenti senza troppo impatto e usa riffs spesso armonizzati e melodici tipo quelli del death melodico più moderno. Un disco death melodico dunque? No, perché la melodia c’è ma non è molto catchy come servirebbe, inoltre se lo fosse mancherebbero dei ritornelli con effetto o un profondo e totale uso della melodia, ma non è così visto che dei veri chorus mancano, e certe parti lente, come in “Zombinferno”, sembrano nu metal con voce gutturale. Non è un disco aggressivo (non brutal, perlomeno), non c’è lo stile scarno death metal di gruppi come Dismember o Obituary; sembra di sentire un disco che è death metal più che altro per la voce, mentre i riffs più che altro sanno fare il loro dovere quando sono death melodico, ma non funzionando in molti casi, e venendo zavorrati da tempi lenti.
In conclusione: sì vabbè, è un disco in qualche modo death metal, ma è dozzinale, non si sa a che stile vuole rifarsi di preciso e secondo me o per cercare di essere tante cose insieme ai Warmblood non ne riescono tante, oppure questo è il massimo che sanno fare. E con una concorrenza come quella che c’è in giro, per me questo cd farà poca strada prima di essere asfaltato da qualche rivelazione underground.

Track by Track
  1. Intro (Zombie genesi) S.V.
  2. Post mortem transfiguration 55
  3. Contagium escalation 60
  4. Eucharist dead flesh 55
  5. Unfaithful celebrant 50
  6. God of zombies 50
  7. Replaced by death 50
  8. Culmination Of Final Transformation 55
  9. Zombinferno 50
  10. Ite missa est (outro) S.V.
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 60
  • Qualità Artwork: 60
  • Originalità: 45
  • Tecnica: 60
Giudizio Finale
54

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 27.03.2015. Articolo letto 918 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.