Lunarsea «Hundred Light Years» (2013)

Lunarsea «Hundred Light Years» | MetalWave.it Recensioni Autore:
FallenAngel »

 

Recensione Pubblicata il:
06.06.2013

 

Visualizzazioni:
1279

 

Band:
Lunarsea
[MetalWave] Invia una email a Lunarsea [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Lunarsea [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Lunarsea [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Lunarsea [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Lunarsea [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Lunarsea

 

Titolo:
Hundred Light Years

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Emiliano Pacioni : guitars
Filippo Palma : vocals
Fabiano Romagnoli : guitars, keyboards
Cristian Antolini : bass,vocals (clean)
Alfonso Corace : drums

 

Genere:
Power Prog Metal

 

Durata:
49' 14"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
27.05.2013

 

Etichetta:
Punishment 18 Records
[MetalWave] Invia una email a Punishment 18 Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Punishment 18 Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Punishment 18 Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Punishment 18 Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Punishment 18 Records

 

Distribuzione:
Andromeda Distribuzioni Discografiche
[MetalWave] Invia una email a Andromeda Distribuzioni Discografiche [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Andromeda Distribuzioni Discografiche [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Andromeda Distribuzioni Discografiche
Code7 Distribution
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Code7 Distribution
Plastic Head
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Plastic Head [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Plastic Head

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Seguo i laziali Lunarsea fin dal loro primo demo e ho sempre sostenuto che abbiano le carte in regola per svettare tra le miriadi di band metal italiane. Fortunatamente non sono stato smentito e il loro nuovo full-lenght intitolato “Hundred light years” è sicuramente il miglior lavoro inciso dal combo romano.
Ci troviamo dinnanzi a nove brani più intro che spaziano sapientemente tra il death metal più melodico e una sorta di prog-death di sicuro impatto sonoro.
Fin dalle prime note dell’opener “3 Pieces of mosaic” veniamo investiti da una tempesta acustica di dimensioni mostruose che sconvolge completamente i nostri sensi catapultandoci in una mistica visione che ci ricorda, in alcuni frangenti, il sound dei Dark Tranquillity di “The gallery” personalizzati da alcuni accorgimenti compositivi di pregevolissima fattura. Chitarre al fulmicotone distorte al punto giusto accompagnano una sezione ritmica a dir poco frenetica e potente che rappresenta le fondamenta di un castello sonoro imponente; il tutto viene completato da uno growl di ottima fattura che riesce a non cadere in banalità o in eccessi che potrebbero risultare controproducenti.
Le note scivolano veloci nei padiglioni auricolari dell’ascoltatore attraverso brani che presentano alcuni punti in comune tra di loro, ma che, al tempo stesso, ci forniscono una diversità di suono che riesce a mantenere viva la nostra attenzione per tutta la durata del platter.
Il sapiente duetto tra voce pulita e growl suona come se rappresentasse un’eterna lotta tra il bene e il male, attorniata da soluzioni musicali che riescono sempre a risultare davvero convincenti.
Questo “Hundred light years” è un ottimo lavoro sotto tutti i punti di vista che sono certo non mancherà di essere apprezzato dalla stragrande maggioranza degli amanti dei generi estremi; il cd è la conferma definitiva che i Lunarsea abbiano fatto il grande passo entrando nel gruppo di coloro che suonano musica eccellente, diretta e senza troppi fronzoli. È un full-lenght da ascoltare tutto d’un fiato anche perché aumenta di interesse anche dopo numerosi ascolti.

Track by Track
  1. Phostumous S.V.
  2. 3 Pieces of mosaic 90
  3. Next and future 80
  4. Ianus 75
  5. Sonic depth finder 80
  6. As seaweed 85
  7. Pro nebula nova 80
  8. Aphelion point 75
  9. Palindrome orbit 80
  10. Ephemeris 1679 80
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 85
  • Qualità Artwork: 80
  • Originalità: 80
  • Tecnica: 85
Giudizio Finale
81

 

Recensione di FallenAngel » pubblicata il 06.06.2013. Articolo letto 1279 volte.

 

Articoli Correlati

News
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.