Reapter «M.I.N.D.» (2013)

Reapter M.i.n.d. | MetalWave.it Recensioni Autore:
Carnival Creation »

 

Recensione Pubblicata il:
22.03.2013

 

Visualizzazioni:
1511

 

Band:
Reapter
[MetalWave] Invia una email a Reapter [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Reapter [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Reapter [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Reapter

 

Titolo:
M.I.N.D.

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Claudio Arduini :: Vocals
Max Pellicciotta :: Guitars
Emanuele Ferrazza :: Guitars
Jury Pergolin :: Bass
Emiliano Niro :: Drums

 

Genere:
Thrash Metal

 

Durata:
38' 43"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
11.03.2013

 

Etichetta:
Buil2kill Records
[MetalWave] Invia una email a Buil2kill Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Buil2kill Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Buil2kill Records

 

Distribuzione:
Audioglobe
[MetalWave] Invia una email a Audioglobe [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Audioglobe [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Audioglobe [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Audioglobe [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Audioglobe
Code7 Distribution
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Code7 Distribution
Season of Mist Distribution
[MetalWave] Invia una email a Season of Mist Distribution [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Season of Mist Distribution

 

Agenzia di Promozione:
Nadir Promotion
[MetalWave] Invia una email a Nadir Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Nadir Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Nadir Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Nadir Promotion

 

Recensione

I Reapter sono una band Thrash Metal romana attiva fin dal 2005 e con alle spalle un paio di EP (“First One” 2007 e “The Storm Approaches” 2008) e una demo del 2008 chiamata semplicemente “Promo 2008 (live)”. Arrivati a questo punto hanno pubblicato il loro esordio discografico dal nome emblematico di “M.I.N.D.” e dai contenuti che riescono a spaziare dal thrash più classico al groove più moderno passando per qualche episodio più tecnico dai canoni quasi progressive (come ad esempio l’ultima e più riuscita “Sea Storm”).
Nel disco è possibile rintracciare anche qualche elemento proveniente dai Metallica quanto a modo di cantare; per citarne un paio opterei su “Self Destruction” e soprattutto “Speak My Name”, brani che avrebbero potuto stare sia su (Re)Load che su Ride The Lightning quanto a intenzione generale. Ciò non toglie che un minimo di personalità i nostri la mantengono e la conservano piuttosto salda tentando anche su ballad dal sapore acustico come “Pain”, momento non eccezionalmente convincente, vuoi per una banalità di fondo e per un eccessivo contrasto con gli altri pezzi ma son pareri del tutto opinabili.
Non considererei “M.I.N.D.” come una chance sprecata in quanto la band riesce a mettere bene in luce le proprie capacità tecniche e poco importa se ogni tanto pesca a piene mani in quei gloriosi Exodus dei tempi che furono; i Reapter sanno di certo suonare molto bene e il lavoro in sala prove è naturalmente servito a qualcosa di importante, come arrivare al primo traguardo, ovvero quello del debut album e vi assicuro che la maggior parte delle band Thrash Metal, ammesso che ci arrivi, non riesce neppure a creare un sound originale o quantomeno che denoti una certa professionalità di fondo, cosa che invece ho riscontrato nei Reapter a cui auguro davvero di proseguire per questa strada, magari limando qualche angolo più rognoso di qualche pezzo qua e là. Inizio niente male.

Track by Track
  1. Zarathustra 70
  2. Self Destruction 65
  3. Carnage 65
  4. Speak My Name 60
  5. Run For Glory 60
  6. The Evil Inside 60
  7. Pain 50
  8. Sorrow 70
  9. Giant 65
  10. Sea Storm 75
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 50
  • Qualità Artwork: 60
  • Originalità: 65
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
65

 

Recensione di Carnival Creation » pubblicata il 22.03.2013. Articolo letto 1511 volte.

 

Articoli Correlati

Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.