Unburied «Murder 101» (2012)

Unburied «Murder 101» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Carnival Creation »

 

Recensione Pubblicata il:
26.02.2013

 

Visualizzazioni:
402

 

Band:
Unburied
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Unburied [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Unburied

 

Titolo:
Murder 101

 

Nazione:
U.s.a.

 

Formazione:
Mark Riddick :: vocals, bass, programming
Matt Pike :: vocals, guitars
Brian Forman :: Drums

 

Genere:
Brutal Death Metal

 

Durata:
29' 46"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
15.12.2012

 

Etichetta:
Selfmadegod Records
[MetalWave] Invia una email a Selfmadegod Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Selfmadegod Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Selfmadegod Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Selfmadegod Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Selfmadegod Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Gli Umburied sono un trio Death Metal dell’underground statunitense e più precisamente provenienti Herndon, Virginia i cui natali non sono certo recenti essendo una band formata ormai nel lontano 1994 ma con alle spalle solo due studio-album tra cui, per l’appunto, questo nuovo “Murder 101” che si presenta così come lo si vede: copertina in bianco e nero, cruda, violenta, banale e disturbante, un po’ come altrettante migliaia di realtà del genere.
Cosa pensare quindi una volta inserito il disco nel lettore? Si spera in una fortunata sorpresa e invece nulla di tutto questo: soliti andirivieni ripetiti all’ennesima potenza che richiamano un Death Metal old-school, passaggi di chiaro stampo Punk Hardcore east-coast style che fanno restare un po’ di stucco dal momento che i nostri si presentano come gruppo “Brutal Death”, discreta scioltezza nel proporre atmosfere e stili ben distinti (l’iniziale “Trapped in a Delusion” è punk puro, la successiva “I'm Going to Fuckin' Kill You” ricorda i peggiori Cannibal Corpse e invece la terza traccia “Stalked, Fucked, and Buried” i migliori ma con meno attitudine alla tecnica).
Sfuriate, blast-beat, voci piattissime e sonorità sporche senza una traccia di originalità né nei temi affrontati (non che la cosa sconvolga più di tanto in effetti) e noia assoluta.
Non c’è veramente altro da aggiungere credetemi. “Murder 101” è un disco buono per i fan assatanati del genere o per qualcuno che ancora ami tornare indietro nel tempo senza aspettarsi troppo. Non fanno per me, tutto fumo e niente arrosto, troppi rimandi a realtà ben più proficue e costruttive.

Track by Track
  1. Trapped in a Delusion 50
  2. I'm Going to Fuckin' Kill You 55
  3. Stalked, Fucked, and Buried 60
  4. Abraxas Annihilation 60
  5. Homicidal Sex Rage 60
  6. Reborn Unto Hades 50
  7. Impulse To Kill 50
  8. Heartless Corpse Defilement 50
  9. Witchburner 60
  10. The Kidnapper 55
  11. Murder 101 50
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 65
  • Qualità Artwork: 50
  • Originalità: 40
  • Tecnica: 60
Giudizio Finale
53

 

Recensione di Carnival Creation » pubblicata il 26.02.2013. Articolo letto 402 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.