Suffer In Silence «Brutal Realities» (2010)

Suffer In Silence «Brutal Realities» | MetalWave.it Recensioni Autore:
fabio HC »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
1011

 

Band:
Suffer In Silence
[MetalWave] Invia una email a Suffer In Silence [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Suffer In Silence [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Suffer In Silence [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Suffer In Silence

 

Titolo:
Brutal Realities

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Patrick:: Voce, Chitarra
Ivan:: Chitarra
Alek:: Basso
Ciko:: Batteria

 

Genere:

 

Durata:
32' 32"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
2010

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

E' un vero piacere a volte recensire un gruppo di questa portata.
I Suffer In Silence infatti hanno colpito fortemente il mio animo metal, oltre naturalmente alle orecchie; questi quattro death metallers di Rimini esordiscono, anche su queste pagine, con il loro primo album full length, a distanza di cinque anni dalla loro rinascita.
Il suono inciso su questo disco è un inequivocabile death metal di stampo svedese, ma detto questo non intendo dire certamente che i S.I.S "copino" selvaggiamente il metal nordico. Nelle nove tracce dell'album (dieci contando l'intro), il tocco personale del gruppo italico si fa sentire indubbiamente; ne sono esempio canzoni come "Without Gods" e "Killer Thoughts".
Il brano più classico, ma molto cattivo e sicuramente ben fatto, è "Lament": partenza semi-tranquilla con il suo potente e sonoro basso intorno ai 42 secondi, poi devasto totale oltrepassato il minuto. Senza però mai perdere quel po' di "melodicità" propria degli Entombed. Per non parlare del solo presente in questa traccia.
La registrazione nel complesso è ben fatta, tutti i musicisti trovano infatti spazio nei canali del mixer, e il basso misto sezione ritmica crea quelle cattive sonorità proprie del genere death.
Particolare la penultima traccia "Delete", caratterizzata da un inizio molto black in sede chitarristica, ma che poi torna a pompare con la solita distorsione abrasiva come nel resto del lavoro.
Bisogna certamente dire che certe volte saltano fuori gruppi underground veramente interessanti, come questi emiliani, i quali sanno come tirare fuori con un po' di melodia tenebrosa e nostrana il meglio dell'animo metal estremo. Un ringraziamento spetta anche all' SG Records, la quale scopre quasi sempre gruppi eccezionali.
Provare per credere!

Track by Track
  1. Perceptions 70
  2. Absurd Humanity 80
  3. The Brutal Realities (of Life) 75
  4. All the Evil of the World 80
  5. Killer Thoughts 75
  6. Lament 85
  7. Without Gods 80
  8. Eatshit! 75
  9. Delete 80
  10. Suffering In Silence 75
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
78

 

Recensione di fabio HC » pubblicata il --. Articolo letto 1011 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.