The Foreshadowing «Forsaken Songs» (2023)

The Foreshadowing «Forsaken Songs» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
22.04.2023

 

Visualizzazioni:
532

 

Band:
The Foreshadowing
[MetalWave] Invia una email a The Foreshadowing [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di The Foreshadowing [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di The Foreshadowing [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagine GooglePlus di The Foreshadowing [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di The Foreshadowing [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di The Foreshadowing [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di The Foreshadowing

 

Titolo:
Forsaken Songs

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Marco I. Benevento – Vocals
- Alessandro Pace – Guitars
- Francesco Sosto – Keyboards
- Giuseppe Orlando – Drums

 

Genere:
Gothic Doom Metal

 

Durata:
24' 13"

 

Formato:
EP

 

Data di Uscita:
26.05.2023

 

Etichetta:
Ardua Music
[MetalWave] Invia una email a Ardua Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Ardua Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Ardua Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagine GooglePlus di Ardua Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Ardua Music

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Anubi Press
[MetalWave] Invia una email a Anubi Press [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Anubi Press [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Anubi Press

 

Recensione

L’ultima fatica dei The Foreshadowing a distanza di qualche anno dall’uscita del precedente alcum, ricade in un Ep a sei tracce che racchiude oltre a materiale inedito realizzato dalla band e mai pubblicato due cover una delle qualei di Ramin Djawadi e George R. R. Martin per il brano “ The Rains Of Castamere (A Requiem For Wolves)” e “Such A Shame” altra cover questa volta dei Talk Talk. La band, formatasi nel 2005, che ha realizzato nel corso della propria carriera ben sei album alcuni dei quali di notevole successo per la propria particolare indole, ben riesce a unificare e personalizzare il proprio gothic, dark doom metal sia con le cover che ovviamente con il proprio mini repertorio inedito. Sonorità cristalline, andature moderate, un clean fiabesco ed una egregia produzione, fanno di questo lavoro un piccolo concentrato di energia tale da fare invidia a band del calibro di Moonspell, Saturnus e Marduk. Il quartetto capitolino che ha ormai nelle mani tutto ciò che serve per conquistare i cuori dei fan più fedeli alle realtà sopraccitate e anche a sé stessi, non smentisce affatto le aspettative e omaggia ancora una volta la propria platea con un piccolo capolavoro di inediti da custodire con cura sino all’uscita del prossimo, quanto auspichiamo tempestivo, full lenght programmata per il maggio del corrente anno.

Track by Track
  1. We the Others 70
  2. Memento 65
  3. The Forsaken Son (twilight revival) 65
  4. Paranoid Boyd 70
  5. Such a Shame S.V.
  6. The Rains of Castamere (a Requiem for Wolves) S.V.
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
69

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 22.04.2023. Articolo letto 532 volte.

 

Articoli Correlati

News
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.