Cadaveria «Emptiness» (2022)

Cadaveria «Emptiness» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Sabba Maledetto »

 

Recensione Pubblicata il:
04.06.2022

 

Visualizzazioni:
332

 

Band:
Cadaveria
[MetalWave] Invia una email a Cadaveria [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Cadaveria [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Cadaveria [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Cadaveria [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Cadaveria [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Cadaveria

 

Titolo:
Emptiness

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Cadaveria, voce
Kris Laurent, chitarra
Peter Dayton, basso
Marçelo Santos, batteria

 

Genere:
Horror / Gothic / Dark Metal

 

Durata:
55' 45"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
27.05.2022

 

Etichetta:
Time To Kill Records
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Time To Kill Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Time To Kill Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Anubi Press
[MetalWave] Invia una email a Anubi Press [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Anubi Press [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Anubi Press

 

Recensione

Finalmente, dopo un silenzio durato otto anni (l’ultimo album si chiamava, per ironia della sorte, proprio Silence), i Cadaveria sono tornati in questo 2022 con il loro nuovo full-length Emptiness segnando la rinascita tanto attesa di una storica band del metal italiano.
Ho avuto modo di conoscere Cadaveria di persona oltre ad aver avuto l’onore di intervistarla per il Sabba Maledetto Metal Circle (ho scritto una loro biografia nel mio blog personale), e devo ammettere che oltre ad essere una cantante di talento, è una persona davvero straordinaria.
Purtroppo, questo periodo di fermo musicale, fu dovuto ad una serie di problemi di salute che hanno colpito Cadaveria all’incirca nel 2018, quando scoprì di avere un tumore facendo così preoccupare tutta la famiglia di metallari che non hanno fatto altro che sperare nella guarigione della cantante augurandole un ritorno trionfale nelle scene della musica metal.
Ebbene, sembra che – per fortuna! – le speranze dei metallari italiani (e non solo) siano state ben riposte: Cadaveria è tornata ancor più forte che mai e lo dimostra nella performance di questo nuovo album che, sono più che sicuro, sarà ricordato come l’album che segnerà una “seconda fase” della carriera del gruppo.
Cadaveria si dimostra decisamente al massimo della forma con i suoi terribili scream da far gelare il sangue nelle vene colpendo con un’inaudita violenza i timpani dell’ascoltatore e facendoli vibrare ad una velocità spaventosa, interrompendo ogni tanto la sua furia con molti ritornelli e strofe cantate con la sua voce femminile dimostrando ancora una volta di essere una vocalist estremamente completa sotto ogni punto di vista: da prendere in considerazione le tracce come The Great Journey, Shamanic Path, Matryoshcada e La Casa dell’Anima che, a mio giudizio, sono le migliori.
Il sound della chitarra, che nei Cadaveria si è sempre distinto per essere caratterizzato da rasoiate assassine, questa volta diventa molto più elaborato e tecnico senza però tralasciare l’aggressività che ha portato i Cadaveria ad essere uno dei più grandi pilastri del metal italiano.
Dietro le pelli abbiamo poi Marçelo Santos (musicista di ottima fama nel panorama metal per essere anche il cantante dei Necrodeath) che colpisce con spirito battagliero e combattivo la sua batteria con un perfetto stile da metal estremo senza ovviamente dimenticarsi di far quadrare una certa dose di professionalità tecnica che in questo album sale di dieci gradini in più rispetto ai lavori pubblicati in precedenza.
Il ritorno dei Cadaveria nella scena del metal rappresenta, a mio avviso, un evento molto importante: non solo per il motivo che vede l’ennesima band italiana sfornare un nuovo album, ma anche perché l’esperienza che ha dovuto affrontare la cantante ci insegna che ogni difficoltà, per quanto impossibile possa sembrare, può essere sempre superata e che contro ogni problema di qualsiasi natura siamo sempre chiamati a non arrenderci, a lottare ed a superarlo riemergendo ancora più forti di prima.
Un disco spettrale, demoniaco ed interamente avvolto dalle tenebre: i Cadaveria sono tornati con ancor più ferocia di una volta pronti a riportare una nuova ondata di oscurità sui palchi di tutto il pianeta ghermendo ed incatenando le ignare vittime in quel diabolico ed ermetico universo generato esclusivamente dalle inafferrabili ed enigmatiche note della loro musica.

Track by Track
  1. The Great Journey 80
  2. Shamanic Path 80
  3. Emptiness 75
  4. The Woman Who Fell To Earth 75
  5. Divination 80
  6. Matryoshcada 80
  7. Silver Rain 75
  8. The Cure 75
  9. Life After 75
  10. La Casa dell'Anima 90
  11. The Sky That Screams Above Us 75
  12. Return 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 95
  • Qualità Artwork: 85
  • Originalità: 90
  • Tecnica: 95
Giudizio Finale
80

 

Recensione di Sabba Maledetto » pubblicata il 04.06.2022. Articolo letto 332 volte.

 

Articoli Correlati

News
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.