SHORES OF NULL: iniziano un altro cupo capitolo con ''Nothing Left to Burn''

SHORES OF NULL: iniziano un altro cupo capitolo con ''Nothing Left to Burn'' I romani Shores of Null hanno un quarto album in uscita il prossimo anno, per espandere la loro discografia di doom malinconico. "The Loss Of Beauty" torna alla consueta struttura full-lenght con tracce diverse, dopo l'esperienza immersiva di "Beyond The Shores (On Death And Dying)" del 2020, che consisteva in un'unica traccia di 38 minuti. Ciascuno dei prossimi singoli rilasciati in previsione dell'uscita è accompagnato da una serie di video di Sanda Movies. Il primo singolo è "Nothing Left To Burn", che la band commenta:

“Questa canzone è stata originariamente scritta nel 2018 e registrata nel 2019, con l'intento di pubblicarla l'anno successivo, ma poi abbiamo cambiato idea e abbiamo invece pubblicato “Beyond The Shores”. Quindi questa canzone è stata tenuta segreta fino ad oggi, quasi congelata nel tempo, ed è così catartico poterla finalmente condividere con voi, sia la canzone che il video, che è di gran lunga il pezzo visivo più complesso che abbiamo mai realizzato, e per questo, dobbiamo ringraziare Martina e la troupe di Sanda Movies per l'incredibile lavoro. È una canzone sul peso della vita, le sue infinite lotte e sofferenze, con la consapevolezza che la nostra esistenza è solo transitoria”.

Guarda e ascolta il video musicale di “Nothing Left To Burn” - https://youtu.be/wuP14Dgx4F4

Coloro che hanno seguito Shores Of Null fin dall'inizio sanno che le loro influenze toccano molti generi, e coloro che hanno amato "Quiescence" e "Black Drapes For Tomorrow" non rimarranno delusi. La band considera “The Loss Of Beauty” la naturale evoluzione di quei dischi, mentre “Beyond The Shores (On Death And Dying)” rappresenta una leggera deviazione dalla strada principale. Coloro che li hanno conosciuti da "Beyond The Shores" potrebbero trovare questa nuova offerta un po' diversa, più veloce nel tempo, ma comunque molto cupa e malinconica.

"The Loss Of Beauty" è un dark metal malinconico con un'ampia gamma di influenze, dal gothic metal al doom metal e al black/death metal melodico, con uso frequente di armonie vocali e ringhi profondi. È consigliato ai fan di Paradise Lost, Amorphis e Enslaved.

“The Loss Of Beauty” uscirà il 24 marzo 2023.

Preordine dell'album (digitale, CD, vinile) - https://linktr.ee/thelossofbeauty

Track Listing:
1. Transitory - 1:20
2. Destination Woe - 4:52
3. The Last Flower - 4:59
4. Darkness Won't Take Me - 4:14
5. Nothing Left To Burn - 4:55
6. Old Scars - 4:23
7. The First Son - 2:17
8. A Nature In Disguise - 6:26
9. My Darkest Years - 4:56
10. Fading As One - 5:19
11. A New Death Is Born - 4:54
Album Length: 48:40
Bonus Tracks (CD and digital only)
12. Underwater Oddity - 4:18
13. Blazing Sunlight - 1:57

Shores Of Null is:
Davide Straccione - Vocals
Gabriele Giaccari - Guitars
Raffaele Colace - Guitars
Matteo Capozucca - Bass
Emiliano Cantiano - Drums

For more info: Spikerot.com/ | Shoresofnull.com | Facebook.com/shoresofnull | Instagram.com/shoresofnull | Twitter.com/shoresofnull

 

Inserita da: Jerico il 23.12.2022 - Letture: 371

Articoli Correlati

News
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.

Altre News di MetalWave