Intervista Flash: Colonnelli

Immagine di Colonnelli Colonnelli è il nome di un nuovo progetto che va ad inserirsi nella multiforme e tumultuosa scena metal italiana. Jerico ha intervistato per voi i ragazzi del gruppo: sentiamo cosa hanno da dire!

 

Visto che siete alla prima intervista in questo sito, perché non presentate ai nostri lettori quando ed in che modo avete iniziato il vostro percorso nel mondo underground?

Allora i Colonnelli se pur recente come band (2012) esistono come idea già da molti anni. Noi tre siamo tutti reduci da gruppi underground della provincia Grossetana, quindi siamo in realtà attivi su questo fronte da circa 15 anni più o meno. Alla fine il caso ha voluto che ci incontrassimo noi tre per dare una direzione definitiva ai Colonnelli come band vera e propria.

Da quali generi e bands è influenzato il gruppo?

Noi non ci precludiamo niente, abbiamo ascoltato e ascoltiamo un sacco di cose, tutte diverse tra loro. Però convengo che il nostro suono è particolarmente influenzato da una buona parte di quel metal a cavallo tra gli 80 e i 90, su tutti credo siano molto udibili Metallica, Slayer, Pantera, Testament. Il mio disco preferito resta comunque IN UTERO e i NIRVANA con la loro attitudine il gruppo fondamentale di sempre accanto ai già citati Metallica (Leo).

So che potrebbe non essere facile farlo, ma potreste commentare il vostro ultimo lavoro?

Il nostro disco è un album che ha avuto una gestazione molto lunga, il pezzo più vecchio ha circa 12 anni. Quindi è un disco che risente di ascolti molto differenti tra loro e di un sacco di cambiamenti. Comunque in definitiva crediamo sia un disco abbastanza particolare per un album metal. Ho cercato di mantenere un senso melodico e di canzone come forma, perchè comunque a me piacciono molto le canzoni e la sintesi, cercando di unirla a qualcosa di potente, veloce e pressante. Non lo so, ho seguito l'istinto e quello che m i piaceva, se devo essere sincero.

La scena metal underground è indubbiamente inflazionata da tantissmi gruppi, per cui (spesso) risulta necessario presentare delle composizioni che si facciano notare nel marasma delle varie scene musicali. Ritenete che le vostre canzoni abbiano da dire qualcosa in più o di diverso da quello che è già stato detto nell'affollatissimo mondo metal?

Secondo noi siamo molto differenti dal resto dei gruppi metal che popolano il nostro paese, o almeno diversi da una buona parte. Già il fatto di cantare in Italiano con un approccio lontano anni luce da quel mondo la dice lunga, secondo me. Le stesse tematiche e le mie metriche sono più vicine ad altre cose che non al metal. Quindi in tutta umiltà, dico che abbiamo qualcosa di differente e di nuovo da dire. Per lo meno è quello che tutti ci dicono

Cosa pensate del panorama underground nazionale?

Crediamo che ci siano ottime realtà nell'underground e che se esistesse un Dio buono e giusto dovrebbero emergere al posto di questi quattro pagliacci noti a tutti

La carriera di un gruppo musicale (pur breve che possa essere) è sempre costellata di avvenimenti più o meno positivi. Cosa vorreste cancellare e cosa ricorderete per sempre della vostra esperienza di gruppo, dagli inizi inizi sino ad ora?

Fino ad ora io personalmente non cancello niente. Ricordo con molta gioia l'uscita di " Verrà la morte e avrà i tuoi occhi " il conceto di release party nel mio paese Porto Santo Stefano, l'apertura ai Nanowar of steel, ai Sad, e specialmente agli IN.SI,DIA band storica del thrash cantato in Italiano. Più tutte queste bellissime recensioni per il nostro disco, come essere finiti su GUITAR CLUB.

Come giudicate il veicolo Internet per la promozione della scena musicale?

Come tuttte le cose ha i suoi pro e contro. Io vengo da una generazione dove non esisteva internet o social, like e condivisioni. Se devo essere sincero mi piace di più adesso, hai la possibilità di far vedere quello che sai fare, se sai fare qualcosa davvero.

Visto che ne stiamo parlando.... quanti CD originali acquistate ogni mese? E quanti ne ascoltate?

Bah dipende, io continuo a comprare dischi anche perchè non sono uno molto tecnologico. Ma non ho un numero fisso al mese di dischi. Quando vedo qualcosa che mi piace lo prendo.....se ho i soldi.

Cosa vuole fare il vostro gruppo da grande?

Il nostro gruppo da grande vuole diventare sempre più grande, possibilmente suonare in festival prestigiosi insieme a band coi contro coglioni. Questa è una delle ambizioni massime, credo

Ok, ragazzi! Lo spazio a nostra disposizione sta per terminare, ma voglio lasciarvi carta bianca per l'ultimo messaggio. A voi la parola, siete liberi di esprimervi!

State bene. Punto e basta

Intervista di Jerico Articolo letto 717 volte.

 


Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.