Intervista: Kerosene

Nessuna Descrizione A cavallo tra l'irruenza del metal e la melodia del rock, i kerosene, freschi di pubblicazione del secondo full lenght, stupiscono con la loro musica carica di attitudine e di energia. la chiacchierata che segue con la prima ascia Elvys e il cantante Alessio, ci fa scoprire dei ragazzi dotati di idee e ambizione: signore e signori, ecco a voi i kerosene!

 

Ciao ragazzi, benvenuti su Metalwave.it. Che ne dite di presentarci la Band? Chi sono i Kerosene?

ELVYS: Ciao a tutti! I Kerosene sono una metal band di Terni nata nel 2006, con all'attivo 2 album inediti e diversi concerti in tutta Italia. Dopo vari cambi di lineup, siamo arrivatti a quella attuale, composta da Alessio alla voce, Billy al basso, Rodeath alla batteria e da me alla chitarra.
ALESSIO: Ciao a tutti!

Come definireste il suono della band, cosa rende speciali i Kerosene?

ELVYS: nelle nostre intenzioni cerchiamo di unire groove e sound molto di stampo americano con una cura particolare per l'aspetto melodico e per le strutture stesse dei brani, il tutto allo scopo di rendere i brani più intellegibili possibile. In ogni caso la particolarità della band, a mio modo di vedere, è l'originalità della miscela che viene fuori, che ha la possibilità così di abbracciare una categoria vasta di pubblico, a cavallo tra il rock ed il metal.

Il vostro sound si basa tanto su sonorità moderne che su soluzioni molto classiche, da qui sorge la domanda maledetta: i Kerosene sono un gruppo Rock o Metal?

ELVYS: la definizione Alternative Metal che solitamente indichiamo nella nostra bio è ciò che meglio rappresenta la nostra idea di suono. Ci sentiamo a tutti gli effetti un gruppo metal, sia nelle sonorità che come intenzione, sebbene ci siano numerose influenze hard rock (come per esempio nel singolo scelto My Obsession).

Monicker interessante, il vostro. C’è una storia dietro di esso?

ALESSIO: il monicker è nato per caso nel 2006 con i vecchi membri della band... stavamo cazzeggiando in sala prove ascoltando il brano The Original Fire degli Audioslave e tra una cazzata e l’altra è venuta fuori la parola Kerosene... che alla fine abbiamo scelto come monicker per la band!

Ora una domanda più personale: ci vuoi parlare di qual è stato il tuo primo incontro con il mondo nella nostra musica preferita, e cosa ti ha spinto a diventare un muiscista?

ELVYS: grazie a mio padre, che è un musicista ed insegnante, fin da piccolo mi sono ritrovato in un ambiente musicalmente stimolante. Ho iniziato da piccolo con altri strumenti per approdare alla chitarra in particolare nel periodo delle medie. Per quanto riguarda il metal, l'approccio vero e proprio è arrivato a 14 anni, grazie a 2 cassette passate da un compagno di scuola, “Louder Than Hell” dei Manowar ed una compilation che conteneva Megadeth, Sepultura e non ricordo cos'altro. Per me è stato veramente amore a primo “ascolto”!!

Parlaci del vostro nuovo album, “Face the Real”? Qual è questa realtà che dobbiamo affrontare?

ELVYS: la realtà da affrontare è quella dei nostri giorni, che è purtroppo tutt'altro che rosea. Il grande problema è che le persone si lasciano ipnotizzare dai mass media che a nostro parere forniscono informazione di parte, o meglio, forniscono una parte delle informazioni. Con il titolo e conseguentemente con la grafica del disco esortiamo le persone a non fidarsi troppo dei mass media tradizionali, a cercare mezzi di informazione alternativa, ma soprattutto a farsi una propria idea, a vedere con i propri occhi quello che ci succede intorno e capire che è il momento di affrontarlo.

Di cosa parlano i vostri testi?

ALESSIO: riallacciandomi a quello che ha detto Elvys i testi delle nostre canzoni affrontano temi di attualità, come ad esempio l’avarizia che contraddistingue da sempre la nostra classe politica o il controllo che questa ha sui mass media, fino ad arrivare a temi più profondi come l’impatto della religione sulla nostra società. Ho deciso in accordo con i ragazzi della band, di scrivere in inglese proprio per arrivare a più gente possibile.

Come nasce una canzone dei Kerosene?

ELVYS: parte tutto da un'idea base portata in sala da uno di noi, da li cerchiamo di svilupparla e strutturarla insieme in sala prove, raramente succede che vengano portati dei brani già completi. In linea di massima cerchiamo sempre di lavorare su un brano tutti insieme, per avere la possibilità di confrontarci ed avere un prodotto finale che sia il frutto dell'alchimia che c'è tra di noi, sia a livello personale che musicale.

Quanta importanza ha l’esibizione live nella vita del vostro gruppo? Sono previsti tour nell’immediato futuro, magari anche oltre i confini italiani?

ALESSIO: per noi i live sono fondamentali! Cerchiamo di far conoscere la nostra musica soprattutto con le nostre esibizioni live che sono sempre molto energiche e coinvolgenti! Abbiamo in questi giorni un paio di date in Umbria e Lazio, ma sicuramente il 2012 sarà un anno molto interessante da questo punto di vista!

Come vedete la situazione underground rock e metal italiana?

ELVYS: il livello medio delle band underground diventa con il passare degli anni sempre più alto, così come la quantità di prodotti veramente validi. Le opportunità per farsi vedere e suonare live tutto sommato non mancano, anche se la nostra regione (l'Umbria) non è tra le migliori a riguardo. L'unica cosa che ultimamente noto troppo spesso è l'atteggiamento sbagliato di alcuni operatori del settore e di alcune band. Forse troppo spesso si dimentica che i circuiti underground sopravvivono solo grazie al forte spirito di iniziativa ed alla collaborazione reciproca, ed un circuito che funziona porta beneficio indistintamente a tutti.

Bene, siamo giunti alla conclusione dell’intervista. Vuoi salutare i nostri lettori?

ELVYS: grazie mille a Metalwave per lo spazio concesso, Vi invito a rimanere collegati con noi tramite i nostri contatti social, raggiungibili tramite il nostro sito ufficiale http://www.kerosenemetal.com .
ALESSIO: Long live rock n’ roll!!!!!!!!!!!!!!!!!

Intervista di Zoro Articolo letto 1651 volte.

 


Articoli Correlati

News
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.