Intervista: Subliminal Crusher

Nessuna Descrizione Ed eccoci qui, in compagnia dei Subliminal Crusher per parlare del debut album "Anthitesis"... un concentrato di ottimo thrash/death metal contemporaneo ma che non disprezza di certo piacevolissime incursioni nella vecchia scuola, Testament docet!

 

BurdeN :: Ciao a tutti! Come prima domanda che ne direste di farci un piccolo riassunto di come è nata e giunta fino a qui la vostra band, i Subliminal Crusher.

Jerico :: L’idea di dar vita ai Subliminal Crusher c’è nata a me e Rod quasi 3 anni fa (inverno 2002). Più che altro, si è partiti dal vederci in sala prove o nel suo garage spesso e volentieri per strimpellare “oltre” a quanto già si strimpellava con nostro precedente progetto S.R.L.. Da li, sono nati un paio di riffs che ci piacevano e che non volevamo mandare persi. Al che, con l’aiuto di Elvys ci abbiamo lavorato un pò su e le prime Subliminal SONGS (Sense of Impotence ed History) presero vita! Col tempo si sono aggiunti Tooz, con la sua carismatica e travolgente presenza poetica ed, infine, HatewerK proprio nella fase di post-produzione del nostro primo demo “Life Drought”. Con la formazione a 5 ed il demo che ha fatto il giro del mondo in modo egregio, abbiamo avuto la fortuna di poter fare molti concerti di cui alcuni piuttosto importanti (con Sadus, Destroyer 666, Entombed, etc) per poter mettere in luce il nostro nome. Ed ora c’è il nuovo capitolo della nostra storia: ANTHITESIS!

BurdeN :: Il precedente, nonché esordio discografico come è andato dal punto di vista della critica specializzata e del pubblico, è stato promosso adeguatamente anche in sede live?

Jerico :: Come accennavo nella risposta precedente, Life Drought s’è comportato ottimamente. Ha ricevuto critiche positive da ogni parte del pianeta, dal Pakistan al Brasile, dagli U.S.A. alla Germania! Probabilmente si poteva fare anche di meglio anche in luce del fatto che il demo era stato realizzato giusto per avere qualcosa su un supporto fisso, e non tanto per farlo girare come poi in realtà ha fatto! Ad ogni modo, ragionare col senno di poi non ha molto senso. La realtà dei fatti è che siamo rimasti molto, ma molto soddisfatti di quanto fatto anche grazie al demo.

Tooz: Il vecchio Life Drought è stato una mano santa per quello che riguarda la nostra attitudine sul palco. La gente ha imparato pian piano ad amare i nostri pezzi e ad apprezzare le nostre performances.

Elvys :: A livello di recensioni è andato molto bene, ma probabilmente il successo riscontrato in sede live è stato maggiore, sicuramente per il diverso impatto che può avere la tua musica, a seconda che sia suonata da un impianto stereo o da 5 ragazzi su un sudato palco!!!

Rodeath :: Considerato che è nato per scherzo, non solo è andato tutto oltre le nostre aspettative, ma in alcuni casi siamo rimasti sbalorditi da come il pubblico e la critica in generale ha apprezzato il nostro lavoro.

BurdeN :: “Antithesis” come è messo per quanto riguarda etichette e distribuzione? Sono soddisfacenti per voi?

Elvys :: Credo sia ancora presto per poter dire qualcosa di definitivo, ma allo stato attuale delle cose l'etichetta si sta comportando molto bene.

Jerico :: Al momento il CD è distribuito in Italia da Masterpiece, oltre che dai canali distributivi della New LM, Crotalo ed, ovviamente, dai nostri! Ci stiamo muovendo per proporre il lavoro a qualche distributore all’estero. E’ tutto in movimento e ci stiamo già interfacciando con alcuni di questi contatti; credo che a presto ci saranno delle novità interessanti!

BurdeN :: Ascoltando il nuovo, e buono “Antithesis” non si possono non notare forti dose di thrash/death metal… come siete giunti ad un suono e ad uno stile cosi compatto?

Rodeath :: Ci piace molto suonare insieme e soprattutto suonare qualcosa di potente e di faticoso......(se ci vedi sul palco sai cosa intendo) e il miglior modo di farlo… è fare METAL!!

Tooz: Semplicemente miscelando le nostre principali influenze di base che sono per molti punti in comune, anche se ognuno ha portato quella particolare sfaccettatura che rende il pezzo originale.

Elvys :: Sai, io credo che ci sono alcune cose che ti rimangono impresse a vita, specialmente nella musica. Non abbiamo incontrato difficoltà nel creare questo tipo di sound, forse perché avevamo un pensiero comune a riguardo. Chiaramente poi, con mooooolte ore spese a provare, specialmente nei periodi iniziali, abbiamo assunto una maggior precisione e compattezza.

BurdeN :: L’influenza di bands contemporanee come The Haunted o meglio di questo modo di intendere il metal in modo moderno è molto forte, vi ritenete integrati in questa scena oppure è troppo riduttivo?

HatewerK :: MOLTO riduttivo, oserei dire - ovviamente quelle che hai elencato te sono le influenze più evidenti, perché comunque sia sono i gruppi che chi ha fondato i Subliminal Crusher ha preso come modello di riferimento per plasmare la musica di "Life Drought"... Con l'evolversi della band, però, penso (spero) stiano facendo capolino anche soluzioni più personali, o comunque influenzate da ciò che gli altri membri della band portano a livello di bagaglio culturale e di gusti personali. Ad esempio trovo del tutto noioso e monocorde ciò che viene catalogato sotto il nome di swedish sound: vengo dal thrash bay area e dal nuovo metal alla Fear Factory - Meshuggah - SYL (ma anche Pantera, Atheist...), quindi nulla di più lontano da gruppi come The Haunted, o At The Gates ecc.

Elvys :: Credo di trovarmi esattamente a metà strada tra le influenze dei Subliminal Crusher e le idee portate or ora da HwK. Sicuramente lo swedish sound è quello che, in particolare in "Life Drought", esce fuori in maniera più evidente, ma già in "Antithesis" ci sono degli ottimi margini di evoluzione, sia a livello di sound che compositivo. A giudicare dalle nuove idee che già imperversano in sala prove, la strada percorsa sembra quella giusta.

Tooz: Personalmente mi sento maggiormente influenzato da bands tipo Stayer, Sepultura, i mitici Death… e dai compianti Ricchi e Poveri! :D

Rodeath :: Ho amato gli AT THE GATES, e di conseguenza i primi THE HAUNTED, ma personalmente non mi ritengo parte di una scena in particolare. Anche se è difficile, mi piacerebbe che la gente ascoltasse di più la musica senza etichettarla ma apprezzando il lavoro fatto da chi la suona, anche se qualche volta non è esageratamente originale.

Jerico :: Penso che oramai sia stato già suonato di tutto. Riuscire ad essere originali oggigiorno, secondo me, vorrebbe dire adottare delle soluzioni sperimentali che probabilmente piacerebbero alla critica ma che quasi sicuramente toglierebbero quella parte di spassionatezza e spontaneità che abbiamo noi Subliminal Crusher ora come ora quando suoniamo il nostro materiale.

BurdeN :: Tornando a parlare di “Anthisesis” volevo farvi i miei complimenti per la produzione, possente e piena di groove, dove è stata realizzata?

HatewerK :: Grazie dei complimenti, il disco ce lo siamo registrati e mixati da soli (nei miei studios), mentre invece "Life Drought" era stato solo mixato da me: le registrazioni erano avvenute in alcuni studi di Terni. Mi "diletto" in computer music eccetera da molti anni, e quindi mi è sembrato un passo naturale, e il risultato è stato così apprezzato che mi sono... montato la testa :P, e ho iniziato a produrre/mixare dischi di altre valide band italiane, come ad esempio il prossimo disco dei cari amici Near Death Experience.

Jerico :: Stefano ha fatto veramente un gran bel lavoro! È la rappresentazione vivente che nel 2005, con un pò di buona volontà, bassi investimenti in elettronica e software e soprattutto gusto ed orecchio musicale, si possono fare buone cose!

BurdeN :: Come vedete l’odierna situazione per quanto riguarda le metals bands Italiane? C’è qualcosa che vi ha attirato in modo particolare ultimamente?

Rodeath :: Ci sono band validissime con le quali abbiamo anche stretto rapporti di profonda amicizia e collaborazione, ma il fenomeno del "IL MIO GRUPPO SPACCA E GLI ALTRI FANNO TUTTI CAGARE" è ancora molto vivo e ci sono moltissime band (soprattutto giovani) che preferiscono buttare merda in giro piuttosto che sviluppare un vero e proprio movimento METALLICO!

HatewerK :: Per come la vedo io, da "insider" della scena metal attuale, quest'estate abbiamo assistito a un parziale risveglio dal tepore, per quanto riguarda l'interesse verso il genere e la volontà di promuovere concerti e eventi - di alcuni di questi ne abbiamo fatto parte, e la gente non è mancata mai (meno che a Tropea... questo apre un'altra parentesi: ok tutti contenti di andare tutti in massa ai concerti delle band italiane, BASTA CHE SIA TUTTO GRATIS?).

Elvys :: In particolare mi ha colpito vedere alcuni locali che non suonavano Heavy Metal da tempo, o che non avevano fatto mai musica dal vivo, riprendere questa attività, ma soprattutto alcuni festival che hanno visto la loro prima edizione la scorsa estate, riproporsi con la seconda edizione. Questo è sicuramente gratificante, sia per gli organizzatori, sia per le band partecipanti e sia per il pubblico.

Tooz: Diciamo che più che colpire la musica, mi ha colpito lo spirito di molte persone che abbiamo avuto occasione ed il piacere di poter frequentare al livello concertistico. Questa è una buona premessa per poter crescere insieme, come tutti noi del resto abbiamo bisogno di fare!

Jerico :: A mio modo di vedere ci sono delle buone realtà in Italia, che purtroppo non hanno molti canali per farsi notare in terra madre e pochissimi per essere notati all’estero. C’è da dire che chi si da maggiormente da fare fa sempre buone cose. L’olio di gomito è fondamentale in questo settore. C’è ancora troppa esterofilia, che a mio avviso non ha ragione di esistere e c’è pochissima collaborazione tra le diverse realtà. E si tende troppo a settorializzare il mercato metal, un qualcosa che già di suo è infinitamente piccolo rispetto al mercato musicale mondiale!

BurdeN :: Avete avuto l’opportunità si suonare molto live ed anche ad appuntamenti importanti, come vi preparate per affrontare il palco? Cosa significa per voi la parola Live?

Tooz: Significa rompere il culo! Nessun preparativo in particolare, almeno per quanto mi riguarda. Forse soltanto incazzarmi un po’ e farmi salire il cuore in gola prima dello show! Il resto lo fanno gli altri…la coesione ormai raggiunta mi sembra abbastanza buona!

HatewerK :: Zabaione e Red Bull, 50 flessioni e stretching al collo e schiena... Poi rito scaramantico, tutti a incularella dietro a Jerico prima di salire sul palco (è per questo che mentre suona sta sempre piegato in avanti, risente del pre-concerto). La parola LIVE, invece, oltre a ricordarci una nota società organizzatrice di eventi, mi fa pensare alla condizione ottimale dei Subliminal Crusher, ovvero su un palco a divertirsi e divertire - sarà banale, ma dire che sto nella band principalmente in attesa del momento di salire sul palco è la pura verità...

Elvys :: Io invece preferisco infierire su Jerico a secco, senza riscaldamento né lubrificanti!! A parte gli scherzi, come ha già detto HwK il fondamentale è divertirsi, divertire e cercare di lasciare un buon segno.

Jerico :: E’ chiaro che bleffano sull’incularella… come sono altresì chiare le loro tendenze omosessuali! :D


Rodeath :: Prima di tutto, la parte importante è la preparazione in sala prove per migliorare l'esecuzione dei brani e anche un pò di allenamento, perché soprattutto a livello fisico un nostro live è una bella ammazzata!
La parola LIVE e la cosa che ti da lo stimolo a impegnarti sempre di più per regalare uno spettacolo degno di questo nome al pubblico e lasciarlo con un ricordo indelebile della tua performance!

BurdeN :: A chi è venuta l’idea di coverizzare i Testament? La trovo ben riuscita.

Rodeath: A me che sono lo re!!!!!!ahahahahahah!!!! w i TESTAMENT e la BAY AREA!!!!! Cmq ti ringrazio per l' apprezzamento.

Jerico: Non sono amante delle cover, in genere! La soddisfazione nel suonare un pezzo proprio è incomparabile con quella di suonare una brano che un altro gruppo ha reso conosciuto. Ad ogni modo, ci è sembrato giusto sottolineare con una cove per CD realizzato parte delle nostre influenze madri. I Testament sono sicuramente uno dei grupi che maggiormente hanno influenzato il mio modo di ascoltare e generare metal. Into the Pit, in sede live è sempre un bel terremoto!

BurdeN :: I Subliminal Crusher mi sembrano una band affiatata… quanto conta l’essere prima amici e poi musicisti in un progetto musicale?

HatewerK :: Amici? Con chi? Con questi qua? Ma te stai male... :) Conta un buon 80% della riuscita del tutto, ecco quanto conta.. Fosse solo per il fatto che ci si sente più liberi di mandarsi a quel paese qualora alcune scelte non siano condivise, piuttosto che "somatizzare" il tutto per poi dire alla fine "non ce la faccio più a stare con questi qua". Non sono rare le volte in cui discuto animosamente con Rod o con Jerico circa un pezzo, una scelta "di marketing" o altro, ma alla fine della battaglia sappiamo l'uno le idee degli altri, e possiamo fare a meno del risentimento passando direttamente al "portarsi benevolmente per culo", che poi è la base dell'amicizia nel 2005 ;D

Tooz: Penso proprio sia la base, è inutile strimpellare uno strumento ognuno per conto suo e poi avere la puzza sotto il naso oppure la voglia di spaccare la faccia a chi hai vicino.

Jerico :: Non si può pensare di costruire qualcosa se di base non c’è rispetto e stima tra le persone. Noi Subliminal Crusher siamo dal vivo esattamente come si può intuire dall’intervista: dei cazzoni panati fritti che tentano di far qualcosa di costruttivo e piacevole… sempre col SORRISO!

Rodeath :: Ma ti rendi conto che cazzo di amici ho!!! Noi siamo più che amici, abbiamo un legame molto molto stretto e e' normale che lo si noti anche sul palco!

BurdeN :: Cosa vi aspettate da questo nuovo disco da poco in uscita?

Elvys :: L'aspettativa di base è riscuotere quantomeno un successo pari a quello di "Life Drought", chiaramente con la speranza di fare qualcosa in più!

Tooz: Far conoscere a più ampio raggio il nostro nome, quello di suonare molto… e trombare ancora di più!

Jerico :: Sono molto fiducioso in “ANTHITESIS”. Il CD spacca… e penso di essere una persona obbiettiva! La mia speranza, più che sui commenti positivi al prodotto, sta nelle possibilità ed i contatti che il CD stesso ci porterà.

BurdeN :: Cosa vi sentite di consigliare a tutti quei ragazzi che da poco si apprestano ad imbracciare uno strumento… ne avete fatta di gavetta anche voi…

HatewerK :: testa bassa, coda tra le gambe, tanti sorrisi e zero musi duri ma sempre evitando di prenderla in quel posto, e come direbbe Jerico... GIU' TUTTO. C'è sempre qualcuno più sveglio, più bravo, più ammanicato, più ricco (avere un budget da spendere per la band conta eccome) o solo più motivato di voi - non pensiate vi sia tutto dovuto, in effetti di dovuto non c'è NULLA, quindi al lavoro: il Vangelo è "rompere le palle, rompere le palle, rompere le palle, rompere le palle... ma sempre con umiltà!"

Rodeath :: Ribadisco il concetto dell'umiltà!

Tooz: Semplicemente quello di credere in ciò che fanno e di non far spegnere mai la fiamma della passione che brucia dentro.

Jerico :: Io ribadisco il.. GIU’ TUTTO! Divertitevi alla grande e fate quello che vi piace fare! Se poi lo fate bene, e dimostrate professionalità, vedrete che raggiungerete buone soddisfazioni.

BurdeN :: Credete che questo disco possa portarvi delle buone groupies?

Elvys :: Diciamo che le azioni "groupies" sono in rialzo attualmente!! :P

Tooz: Personalmente sono già felicemente accompagnato ma… “un bello paro de poccie non ze rifiutanu mai!”

Rodeath :: Siamo tutti fidanzati... con una ragazza per città!! Comunque se questo fa parte dello show biz ben venga!

Jerico :: E’ sempre piacevole ricevere apprezzamenti per quello che fai. Se poi i complimenti arrivano da belle ragazze è appagante x10! Quelle che ci porterà questo disco... speriamo siano intelligenti, spiritose e produttrici di qualche blasonata Major, se poi sono pure carine ci sacrificheremo a turno!

BurdeN :: Già che ci siamo… si sente dire spesso che alle groupies piace dietro e in profondità, confermate?

Jerico :: Stai parlando del SOUND, vero!? O_O

HatewerK :: Jerico, confermi? Ti piace proprio così?

Rodeath :: Dobbiamo APPROFONDIRE!!!!!!!

Tooz: “Se il manfru e lu mia… è possibile”

BurdeN :: Sapete anche che se i Carabinieri leggono questa intervista ci mettono dentro?

HatewerK :: beh perchè, mica abbiamo raccontato di quando l'intervistatore ha dato quel cocaina-party in quella villa che... ops.

Elvys :: ...o che Jerico dopo mezzanotte gira nudo nel suo quartiere generando episodi di omosessualità molesta... ariops.

Rodeath :: Jerico e' un infiltrato dei carabinieri quindi siamo tutti immuni!

Jerico :: Quanto mi vogliono bene… e quanto mi stimano!! :D

BurdeN :: Per ultimo… un pensiero dedicato alla patonza, a parole vostre...

HatewerK :: Patonza Patonza, coglione chi la lascia intonZa (licenza poetica, la Z)!

Rodeath :: La patonza e' ganza!!

Jerico :: Patonza patonza… c’è chi c’è ronza e chi ce se sbronza!

Tooz: Più pilu pe’ tutti!

BurdeN :: Concludete come meglio credete, e grazie della disponiblità!

HatewerK: grazie a te, alla prossima; gente, ci si vede on the road...

Elvys :: grazie a tutti, seguiteci sul nostro sito ufficiale http://www.subcrush.it !!!

Rodeath :: Vi prego se incontrate Jerico per strada riconoscetelo come membro dei SUBLIMINAL CRUSHER e non come JONAThAN del grande fardello che si potrebbe offendere!(GIURA!!)

Tooz: Vorrei salutare e ringraziare tutti coloro che apprezzano il nostro lavoro.. anche un po chi ci odia.. e come si dice, ci vediamo sul campo!

Jerico :: Eravamo partiti così professionalmente… così interessanti…così… sigh sigh!!! Vabé… Sai hai avuto la forza di leggere questa intervista fino alla fine ti faccio i miei complimenti, sei una persona da apprezzare! La prossima volta che suoniamo dalle tue parti fatti vivo/a che ti do una forte stretta di mano. Per tutti quelli che non stanno leggendo… che ve suchi lu vampiro… e che sempre ve sucasse!!!!

Altre Immagini

 

Intervista di BurdeN Articolo letto 1711 volte.

 


Articoli Correlati

News
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.