The Dark Shines «Last Chance» (2009)

The Dark Shines «Last Chance» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Burning Soul »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
1211

 

Band:
The Dark Shines
[MetalWave] Invia una email a The Dark Shines [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di The Dark Shines [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di The Dark Shines

 

Titolo:
Last Chance

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Rosaria: Cantante-chitarra Ritmica
Marcelo: Chitarra Solista/principale
Manuel: Batteria
Luca: Basso

 

Genere:

 

Durata:
49' 14"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
2009

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Un oscurità che risplende... anche sen non sempre di luce propria. I “ The Dark Shines” si affacciano alla loro prima fatica che li vede in studio a registrare un album molto ammiccante a quelle che sono ormai delle sonorità classiche del rock anni 80/90… suoni di strada acerbi a volte oscuri e grunge a volte più spensierati e punkeggianti, ma sempre fedeli ai canoni che ben conosciamo. I pezzi sono variegati a livello di sounds (penso, a voler cercare d’esplorare tutte le varie possibilità che il rock moderno ha posto sul piatto), l’esecuzione tecnica è di buon livello,per quanto l’ho trovata troppo “citazionistica”, il mercato del rock è sicuramente strapieno e le note sono sempre quelle, per quanto sia, mi sembra ci sia lasciati troppo alle influenze senza trovare un suono che faccia risaltare il profilo della band. La voce femminile potrebbe essere un elemento che contraddistingue un gruppo, e in questo caso riesce nel suo intento, anche se come ripeto, con un tappeto che sappia meno di “già sentito” risulterebbe sicuramente più efficace. Un uomo dalla chioma riccia direbbe che il secondo album è sempre il più difficile nella carriera di un artista, io dico che anche il primo non scherza, come tutte le cose che si fanno per la prima volta, è come se si aggiustasse una lente per trovare la focalità giusta nel suono, ed è quello che stanno provando a fare sicuramente questi ragazzi… Rimane comunque un album dall’ ascolto piacevole per gli amanti del rock prodotto da quattro decadi di lavoro, senza pretendere di trovare un band già matura e scalcitante sulla sua strada. Speriamo che quest’oscurità continui a risplendere,magari di una luce propria.

Track by Track
  1. Uniform 70
  2. Till the End of the Day 70
  3. Slow Motion 60
  4. Sick 60
  5. Haunting 60
  6. Cris Cries 60
  7. Give me Back my Soul 60
  8. City 60
  9. Welcome to my Life 60
  10. RedRum 60
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 50
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
63

 

Recensione di Burning Soul » pubblicata il --. Articolo letto 1211 volte.

 

Articoli Correlati

News
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
Concerti