Maledia «Phobia» (2022)

Maledia «Phobia» | MetalWave.it Recensioni Autore:
reira »

 

Recensione Pubblicata il:
19.05.2022

 

Visualizzazioni:
457

 

Band:
Maledia
[MetalWave] Invia una email a Maledia [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Maledia

 

Titolo:
Phobia

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Dani – Vocals/Guitar
Mechanix – Drums
Maleun – Bass

 

Genere:
Melodic Metal

 

Durata:
35' 0"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
24.05.2022

 

Etichetta:
Sliptrick Records
[MetalWave] Invia una email a Sliptrick Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Sliptrick Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Sliptrick Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Grand Sounds PR
[MetalWave] Invia una email a Grand Sounds PR [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Grand Sounds PR [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Grand Sounds PR

 

Recensione

I Maledia tornano con un nuovo album Phobia nel quale sono presenti nove brani in cui si parla delle sensazioni e delle emozioni che possono emergere a seguito di un evento in un giorno preciso della vita di ognuno.
Le sonorità elettroniche non mancano, senza che queste ultime intacchino la personalità originaria della band.
Phobia è stato registrato e mixato nel 2021 al Breaking Sound Studio e masterizzato da Andrea Corvo al Synthesis Studio di Roma.
Cuffie pronte, diamoci dentro in questo ascolto che sembra essere interessante.

Veniamo accolti da Wrong way, brano che si accosta bene al progressive e trova una sua piacevole apertura nel chorus liberatorio; discorso analogo per la energica Infection, accattivante e molto moderna nel sound generale.
Rise up si caratterizza per un mood un pò più oscuro e introspettivo, sempre con una certa attenzione all’aspetto melodico, ma qui si percepisce una grinta differente, più graffiante.
Eyes collision e I feel it rappresentano, a mio parere, due potenziali singoli che ben mostrano lo stile adottato dalla band e probabilmente le sue radici, infatti mi hanno un pò ricordato gli In Flames di Come Clarity.
Con Ready torniamo ad un’atmosfera dark e con una lieve punta di malinconia, ciò non compromette la verve che possiede il brano, anzi la dinamica lo rende incisivo e coerente.
In Defenceless troviamo due voci (ospite Dave Shadow) che ben si intrecciano e riescono a donare il giusto carattere, il tutto completato da suoni elettronici che si fondono al notevole lavoro svolto dalla chitarra elettrica.
Altro momento incisivo lo troviamo con Leave, tempi diversi e ottima dinamica caratterizzano questo brano che affonda parte del suo essere nel gothic con un risultato niente male.
Terminiamo il nostro ascolto con Reborn, meno energica, particolare nel suo essere: qui l’attenzione è focalizzata sull’interpretazione del cantante che rende il tutto più riflessivo e oscuro, ho la percezione che dal vivo il risultato possa essere anche più convincente.
Tirando le somme, posso dirvi che i Maledia stanno trovando la loro strada proponendo un genere, non proprio originale o innovativo, ma sicuramente con talento e una certa eleganza.
Mi ha convinta come abbiano saputo creare un perfetto equilibrio tra un metal melodico a qualcosa di un pò più aggressivo e deciso, cosa assolutamente non facile.
Non da meno la chitarra che fa da co-protagonista e accompagna la voce senza aver bisogno di distorsioni o altri effetti.
L’idea di inserire elementi elettronici può piacere o meno, tutto sommato però i ragazzi hanno saputo dosare il tutto senza esagerare.
Credo che Phobia sia un bel passo avanti per questa band, segno che la loro carriera sta avanzando nella giusta direzione e che di ogni esperienza o commento hanno saputo fare tesoro.
Un buon disco per gli amanti del genere e non fatevi ingannare dalla dicitura "melodic metal" perché troverete anche altro.

Track by Track
  1. Wrong way 80
  2. Infection 80
  3. Rise up 80
  4. Eyes collision 80
  5. I feel it 80
  6. Ready 80
  7. Defenceless 80
  8. Leave 80
  9. Reborn 80
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
78

 

Recensione di reira » pubblicata il 19.05.2022. Articolo letto 457 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.