Celtic Hills «Mystai Keltoy» (2021)

Celtic Hills «Mystai Keltoy» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
17.04.2022

 

Visualizzazioni:
486

 

Band:
Celtic Hills
[MetalWave] Invia una email a Celtic Hills [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Celtic Hills [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Celtic Hills [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Celtic Hills [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Celtic Hills

 

Titolo:
Mystai Keltoy

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Jacopo Novello :: Bass
Jonathan Vanderbilt :: Vocals, Guitars
Simone Cescutti :: Drums

 

Genere:
Melodic Death / Thrash / Power Metal

 

Durata:
41' 39"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
15.05.2021

 

Etichetta:
Elevate Records
[MetalWave] Invia una email a Elevate Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Elevate Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Elevate Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Mazzarella Press Office
[MetalWave] Invia una email a Mazzarella Press Office [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Mazzarella Press Office [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Mazzarella Press Office

 

Recensione

Ritornano i Friulani da Udine Celtic Hills, con il loro “Mistay Keltoy” che racchiude 11 brani di power metal vagamente influenzato dal thrash in circa 41 minuti e mezzo. Di questi ragazzi ricordo che un paio d’anni fa recensii un Ep chiamato “Schrage music”; che trovai non male ma anche un po’ troppo eterogeneo. Bene: manco a dirlo, “Mistay Keltoy” esagera al contrario e suona molto bene, ma anche un po’ troppo omogeneo, risultando in un disco che migliora di livello, ma i cui brani pur non essendo tutti uguali battono sempre sullo stesso chiodo.
Infatti, l’andamento dei brani è buono, con un positivo trittico d’apertura che si rispecchia nella buona “The light”, una più symphonic “Blood is not water” e una più altisonante “The tomorrow of our sons”, tutte che insistono su un power/heavy non particolarmente originale, ma d’impatto e che va dritto al punto, senza fronzoli e con una buona quantità di assoli. A tutto questo, va detto, si aggiunge un bel lavoro di produzione, che unisce, raccorda ed esalta il sound di questi ragazzi, eppure nonostante ci sia una buona “Battle of frigidum” e una “Already lost” con un buon tiro, dal quinto brano in poi “Mistay Keltoy” comincia a suonare un po’ prevedibile, dove la qualità ci sta, ma le idee dei brani finiscono per essere le stesse e il disco in questo modo corre un po’ in tondo, battendo lidi già suonati e cose già dette, tanto che “Eden”, con una voce femminile su tutto il brano, costituisce una gradevole variazione. Qui forse si nota anche dov’è un punto di miglioramento possibile per i Celtic Hills: i ritornelli possiamo curarli un po’ di più. Non sono brutti e non tendono a chiudersi, ma ciò non toglie che la loro efficacia non predomina sempre e non escono come dovrebbero, col risultato che il brano si chiude e questo contribuisce alla sostanzialmente troppa omogeneità del disco.
In altre parole: da troppo eterogenei siamo passati a un po’ troppo omogenei. “Mistay Keltoy” è il frutto di una band non male e capace di bei brani, ma che deve ancora un po’ trovare la quadratura del proprio sound, e che per questo pur non essendo male, mi suona ancora vagamente di nicchia.

Track by Track
  1. The light 70
  2. Blood is not water 70
  3. The tomorrow of our sons 70
  4. The 7 headed dragon of Osoppo 65
  5. The landing of the gods 65
  6. Already lost 70
  7. Falling stars 65
  8. Battle of frigidum 70
  9. Eden 65
  10. Temple of love 65
  11. Alliteratio 60
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 60
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
67

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 17.04.2022. Articolo letto 486 volte.

 

Articoli Correlati

News
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.