Aexylium «The Fifth Season» (2021)

Aexylium «The Fifth Season» | MetalWave.it Recensioni Autore:
reira »

 

Recensione Pubblicata il:
02.11.2021

 

Visualizzazioni:
213

 

Band:
Aexylium
[MetalWave] Invia una email a Aexylium [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Aexylium [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Aexylium [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Aexylium

 

Titolo:
The Fifth Season

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Steven Merani - VOCALS
Fabio Buzzago - GUITAR / CHOIRS
Andrea Prencisvalle - GUITAR
Gabriele Cacocciola - BASS
Matteo Morisi - DRUMS
Stefano Colombo - KEYBOARDS / CHOIRS / ORCHESTRATIONS
Federico Bonoldi - VIOLIN
Leandro Pessina - FLUTES / BOUZOUKI / MANDOLIN

 

Genere:
Symphonic Folk Metal

 

Durata:
51' 0"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
29.10.2021

 

Etichetta:
Rockshots Music
[MetalWave] Invia una email a Rockshots Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Rockshots Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Rockshots Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Rockshots Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di Rockshots Music

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Gli Aexylium nascono nella mia città, Varese, nel 2014 e prendono piacevolmente ispirazione da band quali Eluveitie e Folkstone, per citarne giusto alcune.
Anno dopo anno hanno saputo costruire il loro percorso e calcare palchi ottenendo parecchie soddisfazioni ed eccoci quindi giunti alla loro seconda fatica che ci accingiamo ad ascoltare.
Si parte con The bridge che, oltre ad essere il secondo singolo estratto, ha un inizio molto dinamico con una base scenografica folk e un connubio di growl e screaming che danno una vera e propria spinta quasi black.
Diversamente Mountains si presenta soave nella musica e nel cantato femminile, il quale viene ben bilanciato dal growling ben inserito, il ritornello trova un’ apertura melodica.
In Immortal blood e Battle of Tettenhall ci scontriamo con un ritmo serrato, da battaglia che si fonde nuovamente con atmosfere legate alla musica ricca di folclore creando un qualcosa di veramente interessante.
Sembra quasi di entrare in un film ricco di avventura ascoltando le note di Skål, orecchiabile, meno metal, se vogliamo fare i puntigliosi, ma comunque assolutamente gradevole.
An Damhsa Mór è un sipario strumentale che ci fa avvicinare a Yggdrasil, pezzo più aggressivo rispetto ai precedenti che renderà ben felici gli amanti del death e del black, sebbene espresso in maniera differente rispetto a come potete essere abituati.
In Vinland troviamo molta velocità ed energia, anche se penso che in studio renda nettamente meno rispetto a un’esibizione dal vivo: riesco perfettamente a immaginare il pogo che potrebbe scatenare.
Eccoci alla song che da il titolo all’intero album, The fifth season: articolata e non comprensibile al primo ascolto, necessita di un po’ di tempo per essere apprezzata nel pieno della sua complessità.
Sicuramente più “leggera” Spirit of the north si presenta senza troppe pretese e con un mood positivo e pulito.
Siamo alla fine con On the cliff’s edge, delicata, chiude senza aggiungere alcuna voce semplicemente con un’atmosfera da falò che ci dona un po’ di malinconia.
Gli Aexylium ci hanno regalato un buon disco con tutti gli ingredienti del genere proposto e anche qualche cosa in più. Belle le atmosfere evocative richiamate dalla loro musica, assolutamente degni di nota i vari momenti che denotano a volte dolcezza, altre volte rabbia e potenza.
Mi è spiaciuta la quasi assenza di una voce femminile perché avrebbe dato una marcia in più in alcuni momenti dell’opera, ma queste sono scelte stilistiche che non è mio dovere approfondire.
Sicuramente The Fifth season piacerà a chi vuole qualcosa di dritto e coerente, ma anche appassionato e sognante.

Track by Track
  1. The Bridge 70
  2. Mountains 70
  3. Immortal Blood 70
  4. Battle of Tettenhall 70
  5. Skål 70
  6. An Damhsa Mór 70
  7. Yggdrasil 70
  8. Vinland 70
  9. The Fifth Season 70
  10. Spirit of the north 70
  11. On the Cliff's edge 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
70

 

Recensione di reira » pubblicata il 02.11.2021. Articolo letto 213 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.