Nefesh Core «Getaway» (2020)

Nefesh Core «Getaway» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
13.02.2021

 

Visualizzazioni:
98

 

Band:
Nefesh Core
[MetalWave] Invia una email a Nefesh Core [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Nefesh Core [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Nefesh Core

 

Titolo:
Getaway

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Dave Brown :: voce;
- Stefano Calvagno :: basso, chitarra;
- Ivan Newton :: batteria;

 

Genere:
Dark Rock

 

Durata:
44' 21"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
06.07.2020

 

Etichetta:
Rockshots Music
[MetalWave] Invia una email a Rockshots Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Rockshots Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Rockshots Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Rockshots Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di Rockshots Music

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Asher Media Relations
[MetalWave] Invia una email a Asher Media Relations [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Asher Media Relations [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Asher Media Relations [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Asher Media Relations

 

Recensione

Debuttano (come band parallela ai Metatrone) i Nefesh Core, oggi alle prese con questo nuovo progetto musicale intitolato “Getaway” e forte di un dark metal elettronico a cavallo tra passato e moderno quanto si vuole. Indubbiamente le dieci tracce prodotte sembrano farci fare un salto indietro nel tempo nel momento in cui la vecchia Dark Wave viaggiava a braccetto con un rock apparentemente acerbo ma che in definitiva si rivela poi molto accattivante. Non tardano infatti a ricordarci un qualcosa che abbraccia e comprende Depeche Mode ma anche i Sentenced miscelati ad un caldo clean che indubbiamente è molto anni ’80 nella proposta. I distorti al pari delle ritmiche risultano molto coinvolgenti al pari del buon lavoro e degli effetti del synth che immancabilmente vanno a caratterizzare per intero le dieci tracce del disco; da non trascurare neanche i lead solo molto propositivi che tutt’altro che blandi nei contenuti. Indubbiamente lo scenario dark prende da subito effetto e travolge l’ascoltatore attraverso i propri spazi sempre vivi, coinvolgenti capaci di trasportare chiunque, anche i più scettici nella dimensione prospettata. Difficilmente nel corso dell’ascolto si percepisce similitudine tra un brano e l’altro e alla fine di uno, c’è subito l’interesse ad ascoltare il successivo con evidenti, continue sorprese. Un disco propositivo, ricco di iniziative e divertimento in un contesto dark assolutamente singolare nei contenuti.

Track by Track
  1. Getaway 75
  2. Scandal 80
  3. Unerasable 80
  4. Another Break To Life 75
  5. Stromraven 75
  6. The Mafia Mentality 80
  7. Wake Me, Rain 80
  8. Otherside 80
  9. Try To Climb 80
  10. The Fortune Lies 75
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 85
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
78

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 13.02.2021. Articolo letto 98 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.