Sangreal «Sangreal» (2019)

Sangreal «Sangreal» | MetalWave.it Recensioni Autore:
reira »

 

Recensione Pubblicata il:
24.06.2019

 

Visualizzazioni:
209

 

Band:
Sangreal
[MetalWave] Invia una email a Sangreal [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Sangreal [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Sangreal [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Sangreal [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Sangreal [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di Sangreal

 

Titolo:
Sangreal

 

Nazione:
Italia /finlandia

 

Formazione:
Gabriele Grilli - Vocals
Jahn Carlini - Guitars
Francesco Russo - Guitars
Alessandro Battini - Keyboards
Paris Lambrou - Bass
Matti Auerkallio - Drums

 

Genere:
Sacred Epic Metal

 

Durata:
42' 0"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
23.05.2019

 

Etichetta:
Undeground Symphony Records
[MetalWave] Invia una email a Undeground Symphony Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Undeground Symphony Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

I Sangreal si presentano come un progetto decisamente degno di nota: attraverso un genere definito come “sacred Epic Metal” la band vuole affrontare temi che si agganciano direttamente con leggende, testi antichi, religione, misticismo ed esoterismo. Definiscono quindi la loro musica come “un viaggio epico tra leggenda e storia” e, per fare ciò, ci vuole una gran dose di cultura nel settore, ma anche il coraggio di inserire elementi complessi intrecciandoli alla musica senza risultare pesanti o, qualcuno direbbe, blasfemi.
Non mi soffermerò sui testi perché rischierei di fare qualche scivolone, ma lascio agli ascoltatori più colti il piacere di analizzare in dettaglio questo aspetto e trarne il giusto piacere discorsivo e riflessivo.
Samaritan è un inizio accattivante: l’interpretazione vocale è di ottimo livello, brano complesso e interessante.
The Prophet parte con una bella melodia di piano, ma si sviluppa differentemente risultando più heavy ed intensa; anche Anime Prave si rispecchia l’anima più energica della band. Ring of Shelomoh è accattivante in ogni sua sfumatura; Vision and Life possiede un grande potenziale come singolo dato il suo ritornello martellante.
Martyr è un brano lievemente più pacato, starebbe bene anche in una versione acustica a mio parere; I am that I am è particolare con una melodia quasi medievale, ben strutturata. The Quest of Holy Grail è un misto tra power ed epic calibrato, senza inutili virtuosismi, ma suonato con grande tecnica.
Arise today è la conclusione ideale: chitarra e voce per una traccia intensa, malinconica e introspettiva.
Devo dire la verità, i Sangreal mi hanno convinta sia per la loro musica, che va comunque ascoltata con cura, sia per la ricercatezza presente nel loro progetto. Si capisce piuttosto bene che ogni componente ha alle spalle precedenti esperienze perché la tecnica e la consapevolezza di essere competenti si sente bene.
Se siete amanti di questo tipo di metal o se anche siete curiosi del progetto di base, ve lo consiglio vivamente.

Track by Track
  1. Samarithan 75
  2. The prophet 75
  3. Anime Prave 75
  4. Ring of Shelomoh 75
  5. Vision and Life 80
  6. Martyr 75
  7. I am that I am 75
  8. The Quest of the Holy Grail 75
  9. Arise today 80
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 85
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 90
Giudizio Finale
77

 

Recensione di reira » pubblicata il 24.06.2019. Articolo letto 209 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.