Macchina Pneumatica «Riflessi e Maschere» (2019)

Macchina Pneumatica «Riflessi E Maschere» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
27.05.2019

 

Visualizzazioni:
341

 

Band:
Macchina Pneumatica
[MetalWave] Invia una email a Macchina Pneumatica [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Macchina Pneumatica

 

Titolo:
Riflessi e Maschere

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Raffaele Gigliotti :: Vox, Guitar
Carlo Fiore :: synth, hammond, keyboards, choirs
Carlo Giustiniani :: bass, choirs
Enzo Vitagliano :: drums

 

Genere:
Progressive Rock

 

Durata:
45' 22"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
19.01.2019

 

Etichetta:
Black Widow Records
[MetalWave] Invia una email a Black Widow Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Black Widow Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Mazzarella Press Office
[MetalWave] Invia una email a Mazzarella Press Office [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Mazzarella Press Office [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Mazzarella Press Office

 

Recensione

Non è stato facile reperire il primo album dei Macchina Pneumatica, combo che fa un prog molto più orientato al soft rock e al jazz che al metal (non c’è traccia di metal, a dirla tutta), che nel loro promo pack ci consegnano (per chissà qual motivo) solo 4 delle 6 tracce proposte. Fortuna che cercando su internet ho trovato il loro disco per intero su soundcloud, altrimenti questa recensione non era fattibile.
A parte questo contrattempo che rende sinceramente sgradevole l’ascolto del disco, dobbiamo comunque constatare che l’ascolto dell’album “Riflessi e maschere” si è per fortuna reso gradevole, con i MP che ci propongono un prog dove curiosamente la chitarra non fa molto, lasciando il ruolo a basso e tastiere hammond, prepotenti in tutto il disco e che finiscono per prendere anche più spazio della voce, come la conclusiva title track strumentale ci mostra. Ed è proprio in momenti come questo brano dove la band dà il meglio di sé, cioè quando si allontana da qualsiasi forma di distorsione per andare a parare nel jazz della title track, o nel palese funk di “Avvoltoi”, mentre colpisce meno il sound un po’ forzato e troppo insistente sull’organo dell’opener “Gli abitanti del pianeta”, o quello più lineare e meno efficace di “Come me”. Solo “Quadrato” riesce a convincere per evidenti richiami al prog d’annata made in Italy in questo senso, per il resto è chiaro che i MP danno il massimo quando si allontanano dal rock di qualsiasi forma.
In conclusione, “Riflessi e Maschere” non è certo il genere che di solito si recensisce qui su Metalwave, ma anche così possiamo apprezzare un album sommariamente riuscito, forse troppo influenzato dal passato per brillare di luce propria, ma che comunque sa trasmettere emozioni. Se il prog italiano d’annata è il vostro genere e non disdegnate il jazz, date una chance d’acquisto al primo dei Macchina Pneumatica.

Track by Track
  1. Gli Abitanti del Pianeta 65
  2. Quadrato 70
  3. Come Me 65
  4. Avvoltoi 75
  5. Sopravvivo Per Me 70
  6. Macchina Pneumatica 75
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 65
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
70

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 27.05.2019. Articolo letto 341 volte.

 

Articoli Correlati

Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.