Madhouse «Madhouse Hotel» (2019)

Madhouse «Madhouse Hotel» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
07.05.2019

 

Visualizzazioni:
433

 

Band:
Madhouse
[MetalWave] Invia una email a Madhouse [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Madhouse [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Madhouse

 

Titolo:
Madhouse Hotel

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Federica Tringali :: Lead Vocals;
- Filippo Anfossi :: Guitar;
- Daniele Maggi :: Lead Guitar;
- Michele Canevari :: Bass;
- Ares Cabrini :: Drums;

 

Genere:
Hard Rock

 

Durata:
32' 14"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
29.03.2019

 

Etichetta:
DYSFunction
[MetalWave] Invia una email a DYSFunction [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di DYSFunction [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di DYSFunction

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Nadir Promotion
[MetalWave] Invia una email a Nadir Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Nadir Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Nadir Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Nadir Promotion
Rock On Agency
[MetalWave] Invia una email a Rock On Agency [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Rock On Agency

 

Recensione

Divertente, moderno, giovanile e alquanto accattivante è questo concept album dei MadHouse, band dedita ad un grintoso hard rock, di matrice americana, forgiato da una band tutta italiana; forti dell’ottima grinta della cantante ma altrettanto particolareggiato dalla decisa struttura ritmica dei brani, il debutto è decisamente coinvolgente e impossibile da accantonare in un angolo. I dieci brani forgiati offrono un quadro compositivo ritmico piuttosto moderato tra distorti delle chitarre e buon ritmiche che offrono un divertente ascolto che si protrae in una mezz’ora abbondante di ascolto. Suoni moderni, ma soprattutto l’ottima espressività del cantato rappresentano i giusti ingredienti per questo disco, forte oltretutto degli orecchiabilissimi ritornelli cantati da vera rock star. Il divertimento di avvolge sin da subito ascoltando le primissime tracce di “Ghosts”, “Butterfly” e “A New Spring” in cui la band sa bene come ammaliare a suon di ritmiche e annessi riff l’ascoltatore; “King Without Crown” rappresenta un ottimo spunto per comprendere appieno le buone capacità della band con gli ottimi ritornelli cantati; bella grintosa anche “ Walk This Road” un hard rock con i fiocchi, ben confezionato tra ritmiche e annessa modernità sia del sound che del cantato; come una scheggia “Got A Big Day Tomorrow”, i cui toni d’apertura cantati paiono appena oscuri ma il divertimento vie ne nuovamente garantito dai ritornelli sia cantati che suonati forti anche di discrete apposizioni molto melodiche; ottime anche “You’re Fake” e “Ready To Fight” , altri due imponenti brani che dimostrano che possiamo ben vantarci di avere nel nostro panorama musicale una band grintosa e coinvolgente come questa dei Madhouse a cui non possiamo altro che dare il nostro benvenuti a bordo.

Track by Track
  1. Ghosts 80
  2. Butterfly 80
  3. A New Spring 80
  4. King Without Crown 80
  5. Walk This Road 75
  6. Do You Believe 75
  7. Got A Big Day Tomorrow 80
  8. Headshot 75
  9. You're A Fake 80
  10. Ready To Fight 80
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
77

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 07.05.2019. Articolo letto 433 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • 16 Nov. 2019 MadHouse @ "Bonnie e Clyde", Torricella Verzate (PV)