Damn City «Pariah» (2015)

Damn City «Pariah» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
06.02.2016

 

Visualizzazioni:
867

 

Band:
Damn City
[MetalWave] Invia una email a Damn City [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Damn City

 

Titolo:
Pariah

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Mc Viper :: Vocals
Sighi :: Vocals
Mexe :: Guitar
Gallo :: Bass
El toro :: Drums

 

Genere:
Hardcore / Metal

 

Durata:
30' 36"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
07.09.2015

 

Etichetta:
Indelirium Records
[MetalWave] Invia una email a Indelirium Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Indelirium Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Indelirium Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Indelirium Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Indelirium Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Bel secondo disco per i bolognesi Damn City, che con questo “Pariah” ci propongono circa 30 minuti di ciò che sommariamente potremmo definire hardcore, ma che in realtà è un mix di punk/HC, rock, nu e qualcosa di metal e di stoner, e questo è ciò che grazia “Pariah” e che lo rende tra le cose più valevoli (secondo me) in ambito hardcore da un po’ di tempo a questa parte.
Sì perché è facile, tutto sommato, fare hardcore: basta suonare 4 accordi cacofonici e urlare qualche isterismo, e hai formato la band HC tipica. Non brutta, ma che te la scordi 5 secondi dopo che la musica è finita. Ma i Damn City suonano freschi, molto coinvolgenti e il loro “Pariah” sarà anche rabbioso, ma non è impostato su qualche up tempo e basta, ma su di una perizia musicale che si sente sin dall’opener “Offensive”, ai ritornelli con cori di “Working class heroes”, al groove forte di “Independence” e “Reunite the gangs”, il tutto controbilanciato alla grande da parti più lente di grande effetto, come la stoner oriented “Shockwave”, davvero riuscita. Questi sono i punti di forza di un album che riesce a farsi notare, e che non punta tutto sull’ignoranza musicale, ma sull’impatto con intelligenza.
In conclusione: “Pariah” dei Damn City è un album davvero piacevolissimo da acquistare per un po’ di sano casino, ma senza che la musica sia scarna o approssimativa. Se siete interessanti all’hardcore, ascoltateli: meritano una chance.

Track by Track
  1. Wolves of the streets - Intro S.V.
  2. Offensive 75
  3. Forever positive 75
  4. Working class heroes 80
  5. Independence 75
  6. Shockwave 80
  7. Bolo strikes back 75
  8. As titans 70
  9. Reunite the gangs 75
  10. Fuck racism! 75
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
75

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 06.02.2016. Articolo letto 867 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.