Drakkar «Run With The Wolf» (2015)

Drakkar «Run With The Wolf» | MetalWave.it Recensioni Autore:
reira »

 

Recensione Pubblicata il:
27.04.2015

 

Visualizzazioni:
938

 

Band:
Drakkar
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Drakkar [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Drakkar [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Drakkar

 

Titolo:
Run With The Wolf

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Dario- chitarra
Dave- voce
Emanuele- tastiere
Simone- basso
Paolo- batteria

 

Genere:
Epic Power Metal

 

Durata:
1h 7' 50"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
16.03.2015

 

Etichetta:
My Kingdom Music
[MetalWave] Invia una email a My Kingdom Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di My Kingdom Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di My Kingdom Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di My Kingdom Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di My Kingdom Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di My Kingdom Music

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

I Drakkar sono sulla scena musicale da un pò di tempo ormai, quasi vent'anni, e quindi decidono di stupirci non solo con un nuovo album, ma anche con una succosissima versione "deluxe". Quest'ultima, che è tra l'altro l'edizione che andremo ad analizzare, racchiude ben cinque dei loro pezzi del passato rivisitati anche grazie il supporto della nuova line up della quale gode la band.
Il disco "principale" racchiude nove tracce che vengono introdotte da Rise of the dark lords. La cosa che ho apprezzato molto dei Drakkar è la tecnica strumentale decisamente di alti livelli.
Altro aspetto molto interessante è il fatto che le songs sono abbastanza variegate: abbiamo Watcher of the wall, bella carica e "arrabbiata" al punto giusto; Southern cross che ci propone l'aspetto più folk della band; Invincible che è quasi accostabile all'hard rock più melodico piuttosto che al metal; oppure Burning che, nonostante non sia assolutamente la mia preferita, potrebbe rappresentare un ottimo singolo di supporto al disco.
Per quanto concerne il secondo CD del quale abbiamo scritto sopra, ho trovato simpatica l'idea di riproporre ai vecchi e nuovi fans cinque pezzi del passato in chiave odierna.
L'unica pecca che ha fatto abbassare il voto globale di questo album è l'originalità. ascoltare epic-power metal è sempre piacevole, ma alcuni pezzi, pochi comunque, erano un filino troppo lunghi e stereotipati (nei testi e nelle melodie).
Aspetti come questo non mostrano completamente il vero talento della band odierna.
Sono certa che i Drakkar potrebbero lasciarci ancora più a bocca aperta perché hanno dalla loro bravura ed esperienza.
Per il resto, il loro è un buon lavoro, nulla da dire.

Track by Track
  1. CD1 Rise of dark lords S.V.
  2. CD1 Under the banners of wars 70
  3. CD1 Run with the wolf 70
  4. CD1 Watcher of the wall 75
  5. CD1 Ride the storm 70
  6. CD1 Burning 70
  7. CD1 Southern cross 70
  8. CD1 Gods of thunder 65
  9. CD1 Invincible 70
  10. CD1 Call of dragonblood 65
  11. CD2 Coming from the past 70
  12. CD2 Dragonheart 70
  13. CD2 Eridan falls 70
  14. CD2 Pure of heart 70
  15. CD2 Galadriel' song 65
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 65
  • Originalità: 65
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
69

 

Recensione di reira » pubblicata il 27.04.2015. Articolo letto 938 volte.

 

Articoli Correlati

News
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.