Interceptor «Wise is the Beast... But the Hunter Doesn't Know» (2014)

Interceptor «Wise Is The Beast... But The Hunter Doesn't Know» | MetalWave.it Recensioni Autore:
MrSteve »

 

Recensione Pubblicata il:
17.02.2015

 

Visualizzazioni:
1028

 

Band:
Interceptor
[MetalWave] Invia una email a Interceptor [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Interceptor [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Interceptor

 

Titolo:
Wise is the Beast... But the Hunter Doesn't Know

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Fausto "Faustmaster" Di Persio - Vocals
Christian "Gill" D'Onofrio - Lead Guitar
Riccardo "Triumfather" Gramenzi - Rhythm Guitar
Lorenzo "Scoppiato" Mazzocco - Bass Guitar
Leonardo "Spillo" De Donatis - Drums

 

Genere:
Thrash / Speed metal

 

Durata:
43' 29"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
2014

 

Etichetta:
Stormspell Records
[MetalWave] Invia una email a Stormspell Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Stormspell Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Stormspell Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Dirò una cosa per gli Interceptor: la passione per il thrash non gli manca.
Questo disco è così vecchia scuola che se qualcuno mi avesse detto che era uscito durante il periodo iniziale di Slayer e Metallica, non avrei faticato a crederci. Tutto, dal modo in cui è effettata la voce alle ritmiche martellanti alla qualità sonora delle chitarre da underground puro rimanda a lavori come Kill 'Em All e il resto della produzione originaria dei Big Four, cantato in un pulito leggermente sporcato e suonato con la stessa passione che pervadeva i metallari dell'epoca.
Questo rende esprimere un giudizio abbastanza complicato. Di solito, il voto viene dato in base a quanto il risultato corrisponde alle intenzioni del gruppo, ed è innegabile che la qualità non sia di alto livello, ma quasi tutte le mie obiezioni possono essere cancellate con la frase "beh, era quello che volevamo fare". È solo un'impressione, ma le influenze sono così forti e la realizzazione così appassionata che è difficile non immaginare un gruppo di amanti della birra con l'esplicito intento di fare rievocazione storica dell'underground anni '80.
Quindi, posso onestamente criticare un gruppo che crede in questo tipo di musica? Dipende. Se dal punto di vista della band hanno ottenuto il risultato, per il pubblico la loro proposta potrebbe essere troppo antica: il metal ne ha fatti di passi avanti in trent'anni, e prima o poi gli Interceptor dovranno ripulire il loro lavoro e iniziare a comporre qualcosa che sappia di fresco. Inoltre, la scelta di inserire un'intro orchestrale che non c'entra nulla col resto dell'album mi fa alzare un sopracciglio.
Mettiamola così: se vi piace la moto, ricordate esattamente il giorno in cui Dave Mustaine è stato buttato fuori dai Metallica e sapete chi sono i Gama Bomb, ascoltate questo disco: è thrash senza compromessi. Per gli altri, se la storia del genere non vi ha mai appassionato è impossibile che gli Interceptor vi facciano cambiare idea. Ma la passione che ci mettono potrebbe farvi incuriosire.

Track by Track
  1. With Great Powers 65
  2. Sturm und Drang 70
  3. Insane by wrath 70
  4. Flag ov the fallin' peace 70
  5. Cryptonomicon 70
  6. Steelbreaker 70
  7. Remember... 65
  8. Wise is the Beast... But the Hunter doesn't know 70
  9. To be is not 70
  10. Fortuna Meretrix Mundi 75
  11. Me and my wine ( Def Leppard cover ) 60
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 60
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 65
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
69

 

Recensione di MrSteve » pubblicata il 17.02.2015. Articolo letto 1028 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.