Dperd «Kore» (2013)

Dperd «Kore» | MetalWave.it Recensioni Autore:
June »

 

Recensione Pubblicata il:
04.02.2013

 

Visualizzazioni:
1224

 

Band:
Dperd
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Dperd [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Dperd [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Dperd [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Dperd

 

Titolo:
Kore

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Valeria Buono: voice and keyboards
Carlo Disimone: keyboards, guitars, bass, percussion, cello

 

Genere:
Ethereal Dark Wave

 

Durata:
46' 8"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
04.02.2013

 

Etichetta:
My Kingdom Music
[MetalWave] Invia una email a My Kingdom Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di My Kingdom Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di My Kingdom Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di My Kingdom Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di My Kingdom Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di My Kingdom Music

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Prosecuzione di un progetto dark wave che ebbe luogo tra l'inizio e la metà degli anni 90, a nome Fear Of The Storm, i DPRD sono un duo che ricerca sonorità ispirate alle cupe e riflessive melodie wave degli anni 80 e 90. Armati di drum machine e campioni, chitarra e basso e violoncello, accompagnano la voce di Valeria Buono attraverso racconti di estraniazione sociale e di tristi introspezioni. Il giudizio sommario offre la vista di un crepaccio irregolare che prende le distanze, alle volte di più alle volte di meno, dai risultati amaramente crepuscolari o gioiosamente decadenti delle band che nel corso degli anni hanno scolpito il volto della darkwave; parliamo di band come Cocteau Twins, o Lycia, ma anche più semplicemente dei Cure. Dei primi vorrebbero riprendere l'atmosfera sognante, enfatica e preziosa, ma senza riuscire mai ad emozionare veramente, e, soprattutto sforniti dell'elegante voce di Elizabeth Fraser. Dei secondi ricercano le atmosfere lontane e pacate, che si perdono in deliranti racconti di solitudine e sofferenza, ma mancano di quei riverberi di coscienza che si perdono in un cosmo personale. Dal gruppo di Robert Smith recuperano quegli arpeggi e quelle strofe molto quadrate e facilmente memorizzabili.
Cosa resta? Per quel che riguarda la parte strumentale, affossata da una batteria elettronica un po' troppo invadente, ci sono delle godibili melodie tristi e pensierose, talvolta davvero riuscite, ed accattivanti, come ad esempio in “Fa Male”, che mettono in luce la loro lunga presenza nell'ambiente gotico. Poi c'è la voce di Valeria, che francamente, non riesco a capire; è un canto spesso molto lento e trascinato, come si confà al genere, ma privo di carattere e monotono. Anche nelle tracce in italiano talvolta si fatica a capire che cosa dica, e il tono teatrale che adopera saltuariamente risulta fuori luogo. Su tutto aleggia una produzione sonora un po' caotica, ma non alla maniera degli Psychedelic Furs, che la sapevano lunga; troppo asciutta, con una selezione di suoni troppo sintetici, che non legano con le languide chitarre, con i bei paesaggi descritti dal pianoforte.
Dopo anni di militanza nelle file dark, questo album trasuda sicura passione, ma resta un poco focalizzato; e lo si nota in quei momenti fuori dalle righe, come in “Risalgo Il Buio”, dove gli arrangiamenti di organo, polverizzano in un secondo la bella melodia trasognante.

Track by Track
  1. Non e Il Cielo 65
  2. Fa Male 65
  3. You ll Be Watching Me 55
  4. Tree Song 65
  5. Io Sono Un Errore 60
  6. Catena Cieca 55
  7. Mi Riaccendero 50
  8. Risalgo Il Buio 50
  9. Sono Qui 55
  10. Train Song 60
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 60
  • Qualità Artwork: 65
  • Originalità: 60
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
60

 

Recensione di June » pubblicata il 04.02.2013. Articolo letto 1224 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.