Hierophant «Gateway to the Abyss» (2024)

Hierophant «Gateway To The Abyss» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
25.05.2024

 

Visualizzazioni:
217

 

Band:
Hierophant
[MetalWave] Invia una email a Hierophant [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Hierophant [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagine GooglePlus di Hierophant [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Hierophant

 

Titolo:
Gateway to the Abyss

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Gianmaria Mustillo :: Bass
Fabio Carretti :: Guitars (lead), Bass, Vocals
Lorenzo Gulminelli :: Guitars (rhythm), Vocals
Federico Leone :: Drums

 

Genere:
Death / Black Metal

 

Durata:
31' 49"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
29.03.2024

 

Etichetta:
Dusktone
[MetalWave] Invia una email a Dusktone [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Dusktone

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Anubi Press
[MetalWave] Invia una email a Anubi Press [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Anubi Press [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Anubi Press

 

Recensione

Interessante release per gli Hierophant, band più death che black che ultimamente si sta vedendo un po’ in giro, e che con questo live album contenente 5 brani più intro ci propone circa 32 minuti di un loro concerto registrato all’Hellfest nel 2023.
E non c’è molto da dire: funziona. Finalmente riesco a sentire un concerto degli Hierophant che non sia solo batteria e voce, visto che in passato ne ho visti un paio, e le troppe frequenze basse rendevano i loro concerti qualcosa di sicuramente molto impattante, ma anche dove risulta difficile capire cosa stavano suonando le chitarre. Fortunatamente qui non succede, e finalmente si riesce a sentire la furia sonora di “Devil incarnate” e di “Death Siege”, il tutto per un disco probabilmente un po’ breve (i tempi dei concerti sono fissi e guai a sgarrare, anche se metterci su un altro live set con altri brani sarebbe stata cosa a me gradita), ma che comunque funge da buona introduzione per i novizi agli Hierophant o a questo genere musicale, talmente massiccio che può essere di fatto accomunato a ciò che viene definito war metal. Se volete dunque introdurvi a queste sonorità, fatevi sotto.

Track by Track
  1. Mortem Aeternam - Intro S.V.
  2. Seeds of vengeance 75
  3. Devil incarnate 75
  4. In chaos, in death 70
  5. Death siege 75
  6. Nemesis of thy mortals 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 65
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
71

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 25.05.2024. Articolo letto 217 volte.

 

Articoli Correlati

News
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.