Violentor «Manifesto Di Odio» (2022)

Violentor «Manifesto Di Odio» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Varoots 72 »

 

Recensione Pubblicata il:
28.02.2023

 

Visualizzazioni:
404

 

Band:
Violentor
[MetalWave] Invia una email a Violentor [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Violentor [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Violentor [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Violentor

 

Titolo:
Manifesto Di Odio

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Dog (Alessio Medici) - Vocals, Guitars
Michal - Drums
Noizer Elguera - Bass

 

Genere:
Speed Thrash Metal

 

Durata:
29' 41"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
20.05.2022

 

Etichetta:
Time To Kill Records
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Time To Kill Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Time To Kill Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Anubi Press
[MetalWave] Invia una email a Anubi Press [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Anubi Press [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Anubi Press

 

Recensione

Alessio Medici, toscano doc, è ormai personaggio di spicco nell'underground del Metal, sia per i suoi Violentor, giunti con questo ultimo "Manifesto di Odio" al quinto album, sia per essere il leader della Etrurian Legion Promotion, società di booking e service, che ormai segue parecchie band, ma anche per la sua lunga esperienza live e in studio, tanto da aver suonato il basso nell'ultimo album degli Hobb's Angel of Death, prima della scomparsa prematura di Peter Hobb.
Mentre io scrivo queste righe, i Violentor stanno scorazzando in lungo e in largo in Sud America in un lunghissimo tour e stanno incendiando i locali latini col loro sound diretto e distruttivo, perché alla fine la loro attitudine live è paragonabile a quella dei primi Motorhead, band rumorosa e cazzuta che sale sul palco per suonare diretta e sfrontata, punto.
Premesso questo concentriamoci sul nuovo full-length.
Sarebbe stato troppo semplice replicare Putrid Stench, l'ottimo lavoro del 2019, invece i Violentor pensano bene di comporre un album totalmente in lingua madre, e sappiamo bene quanto sia difficile trovare la giusta metrica che faccia combaciare la violenza diretta del metal estremo con i testi in italiano.
La Time to Kill Records è la nuova etichetta e la copertina si presenta davvero oscura e inquietante.
L'operazione alla fine riesce abbastanza bene, sembra un disco che poteva essere uscito tranquillamente sul finire degli anni 80, il sound della band da un tipico thrash Speed passa al punk-hardcore e risulta ancora più grezzo, la voce di Alessio grida tutto il suo odio, se la prende col "sistema della paura" inflitto durante la pandemia, se la prende col cattolicesimo e pure con Dio (ascoltare per credere !), è un affronto al mondo marcio che viviamo; soli e indemoniati i Violentor affrontano una lotta e una guerra contro tutto e tutti, "femminucce facciamo la guerra al mondo/ perché la vita di uomo non vuole padroni/faremo la guerra al mondo armati di pietre e bastoni", recita così la traccia "Facciamo la guerra" e anche "Vendetta privata" acclama libertà e anarchia contro le regole imposte.
Un atteggiamento ribelle a prescindere, basta ascoltare il testo di "Senza Limiti", non aggiungo altro e vi lascio la sorpresa.
Credo che questo disco intriso di riff thrash, hardcore e punk legati alla vecchia scuola italiana (Indigesti, Negazione) sia frutto di tutto quel rancore scaturito dopo i due anni di fermo, e c'è spazio pure per una ballad (chiamarla così è un'eufemismo), "Ballad of the Free Spirits", unico testo in inglese, un pezzo disturbante al punto giusto.
"Manifesto di Odio" forse farà successo sicuramente nei paesi latini che stanno vivendo un'ondata metal anni 80/90 senza precedenti, ma il mercato europeo come lo sta accogliendo?
Vedremo se questo sarà solo un episodio figlio del periodo o se i Violentor hanno cambiato rotta, ma di una cosa sono certo, che da Alessio Medici possiamo aspettarci davvero di tutto!

Track by Track
  1. Manifesto di Odio 70
  2. La paura uccide 60
  3. Facciamo la Guerra 70
  4. Vendetta Privata 55
  5. Ballad of th Free Spirits 50
  6. Senza Limite 60
  7. Siete tutti Morti 70
  8. Tieni d'occhio la tua Strada 65
  9. In Fonfo al Male 65
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 90
  • Originalità: 60
  • Tecnica: 50
Giudizio Finale
66

 

Recensione di Varoots 72 » pubblicata il 28.02.2023. Articolo letto 404 volte.

 

Articoli Correlati

News
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.