«Baphomet's Blood + Oltretomba»

Data dell'Evento:
25.03.2016

 

Nome dell'Evento:
Baphomet's Blood + Oltretomba

 

Band:
Baphomet's Blood
Oltretomba [MetalWave] Invia una email a Oltretomba [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Oltretomba [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Oltretomba [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di Oltretomba

 

Luogo dell'Evento:
Orange Rock Cafe

 

Città:
Pescara

 

Autore:
Snarl»

 

Visualizzazioni:
2699

 

Live Report

[MetalWave.it] Immagini Live Report: Oltretomba 1 Un’accoppiata classica quella che il 25 Marzo propone il rinomato Orange Rock Cafe di Pescara, vista la nota conoscenza reciproca e di lunga data delle bands, e che vede da una parte gli Oltretomba, band che da un anno e mezzo circa sta riscuotendo un buon successo musicale per tanti motivi oltre che di gradimento, il primo dei quali viene dal curriculum dei musicisti, e poi da altri fattori riconoscibilissimi da live come la formazione inconsueta che consiste in un duo dall’approccio strumentale minimalista, senza basso e con un drumkit scarno, per un sound che consiste in un crocevia tra black metal, rock n roll e certo thrash, volutamente old school ma non sciatto o dozzinale. Dall’altra parte, in questa sera si sono esibiti i Baphomet’s Blood, band di San Benedetto del Tronto praticamente da conoscere a memoria se si apprezza lo Speed/Thrash, e con uno stile musicale che raccoglie proseliti dai fans dell’Old School fino a volti noti del metal internazionale, come Bestial Mockery e Lord Sabathan (sì proprio quello che cantava negli Enthroned e che ora sta con gli Slaughter Messiah).
Ora, a causa di un problema alla mia macchina fotografica all’ultimo momento, sono costretto a cercare una alternativa rapida tra la gente fuori dal locale mentre gli Oltretomba hanno cominciato a suonare. Entrerò a sentire la band al terzo pezzo appena partito, ma le foto fatte da qualche amico si riveleranno non buone, ed è per questo che le foto che accompagnano il live report sono pochissime. Si ringrazia anticipatamente il batterista degli Oltretomba per la disponibilità delle foto fatte.
Foto a parte, almeno ottima parte del concerto degli Oltretomba riusciamo a vederla, e ne risulta un concerto puramente basato sull’impatto, tanto minimale quanto energico e che non usa grosse movenze dei musicisti, quanto una stravaganza visiva (la scenografia usata, a parte l’inconsueta line up, e il trucco dei due ragazzi) che svolge tutto o quasi l’approccio scenico degli Oltretomba, per un totale di circa 9 pezzi (credo, non ne son sicuro) che la metà del pubblico apprezza e che ascolta entusiasta. Questa metà del pubblico è per buona parte quella composta dai musicisti locali, presenti in quantità cospicua e che apprezza la carta vincente degli Oltretomba, cioè dei brani molto old school e soprattutto che hanno una apprezzabile personalità musicale; tutto ciò, unito alla scenografia, rende per l’approccio scenico, le influenze e le composizioni gli Oltretomba una band diversa da molte altre che normalmente si sentono o si vedono da live.
L’altra metà del pubblico invece dorme ancora o non ancora ingrana, e per quanto gli Oltretomba suonino bene e ce la mettano tutta, il pubblico in parte smorto (o forse tanti thrashers che calcolavano solo ed esclusivamente i Baphomet’s Blood) non fa da buona cornice alla band, che tira avanti comunque e che ci regala un concerto che forse non è il migliore, ma che comunque è positivo, scalda i motori e un po’ di folla, e soprattutto per chi non ancora li conosce, denota curiosità per questo stile musicale così diverso e “retrogrado” e per questo approccio scenico da live con molta scenografia. Devo risentirli in un contesto forse più ampio e col pubblico più inquadrato, ma anche così questo è un buon concerto che conferma gli Oltretomba come una realtà musicale consigliabile sia da studio che da live.

Com’è andato il concerto dei Baphomet’s Blood? Ragazzi, sono i Baphomet’s Blood. Non c’è quasi bisogno di sapere altro. Sì, i pezzi per il 90% sono delle galoppate thrash con testi parlano sempre di alcool, satana e metal underground, quindi i laureati in filosofia potrebbero trovarli triviali e potrebbero avvicinarsi a un concerto di questi ragazzi con pregiudizio, ma se tanto basta a fargli perdere uno spettacolo come questo, certa gente sotto il palco è meglio non averla, perché tanto ogni brano presentato è una mazzata incredibile, suonata dal vivo benissimo e con un coinvolgimento incredibile, del quale ci se ne rende conto già solo sentendo la nota e omonima “Baphomet’s Blood” durante il ritornello.
E il concerto è tutto così, un delirio costante e inamovibile di mazzate thrash speed che non cedono un millesimo di secondo ad altro, che riescono a coniugare l’istinto old school con una freschezza compositiva efficace, e che prosegue tra brani nuovi e brani vecchi riproposti a sorpresa per la delizia di fans in visibilio per tutti e 15 i brani in scaletta, tra cui appaiono anche due cover dei mai troppo compianti Motorhead, ovvero “Rock n Roll” e la consueta “Overkill”, che concludono un concerto che come al solito è incredibile, mozzafiato, alcolico e godibilissimo. I Baphomet’s Blood si confermano, a detta di chi scrive, il miglior fenomeno italiano in questo genere musicale da svariati anni a questa parte. I poveri polli che non hanno ancora visto questa band e si dichiarano amanti del thrash old school dovrebbero rimediare al più presto. Sinceramente, non credo ci sia altro da dire.

 

Immagini della Serata

 

Recensione di Snarl Articolo letto 2699 volte.

 

Articoli Correlati

News
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.