Oltretomba «The Death: Schieràti con la Morte» (2014)

Oltretomba «The Death: Schierąti Con La Morte» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
03.05.2015

 

Visualizzazioni:
1358

 

Band:
Oltretomba
[MetalWave] Invia una email a Oltretomba [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Oltretomba [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Oltretomba [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di Oltretomba

 

Titolo:
The Death: Schieràti con la Morte

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- L.D. :: Vocals, Guitars, Bass; - Falco :: Drums;

 

Genere:
Retrogarde Metal

 

Durata:
40' 3"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
20.03.2014

 

Etichetta:
Fistbang Records
[MetalWave] Invia una email a Fistbang Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Fistbang Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Mystical prods.
[MetalWave] Invia una email a Mystical prods. [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Mystical prods.

 

Recensione

Con un Retrogarde Metal , genere non sottoposto a particolari categorie classiste di metal, gli Oltretomba presentano questo lavoro dal titolo “The Death Schierati con la Morte” generando una sottospecie di black metal misto a rock’ n’ roll e death, almeno è questo l’effetto per l’ascoltatore, con in più sonorità non certo nitide e pulite, il cui effetto finale sorprende fino ad un certo punto. In ogni caso, da un punto di vista musicale, questo gruppo si caratterizza proprio per l’assenza di tecnicismo e virtuosismo essendo oltretutto privo anche di un sound tagliente ed entusiasmante e genera suoni opachi e secchi quasi funerei; non esiste finezza strumentale o quant’altro. Si tratta di un tipo di lavoro che va ascoltato senza fare più di tanto osservazioni anche in considerazione del fatto che si tratta di un lavoro prevalentemente dilettantistico. I brani sono caratterizzati prevalentemente da situazioni che riconducono dalla materia funerea, agli eccessi in generale, alla sfrontatezza e al menefreghismo e anche ai resti umani. La carrellata dei brani parte con un intro “Descending the Crypt” fatto di rumori al buio e passi misteriosi che ci porta alla prima effettiva traccia “ Crash the Disincarnated” dove si assiste ad una voce sepolcrale che da il benvenuto all’ascoltatore con una ritmica sudicia ma che nel complesso è essenziale anche per l’andamento non spinto. Il cammino procede con “The Altar Succubus” quasi in un black metal nevrotico e martellante dove in alcuni tratti il cantato si mista al vetrato drum’s sound. E’ poi la volta di “Damnation forth” la cui melmosa e piatta partenza viene stracciata da un riff che trasforma radicalmente l’esito dell’intero brano. “Ashes to dust” con una ritmica riconoscibile in un hard rock mutabile, ci ricorda un cantato alla Tom Angelripper alle prime armi; si passa poi alla successiva “Silence the people are Dynig” brano sfrecciante che nel complesso si caratterizza per una ritmica portante che si alterna da thrash ad un successivo doom /rock; “Lustful Skin” è coinvolgente; si apre con un ritmato sincopato ma allegro unitamente all’effetto sonoro dato dalla chitarra un ritmica. “To run a storm against god” dalla ritmica che in alcuni punti ci ricorda i buoni Napalm Death di Harmony con la differenza dell’opacato sonoro e cantato di cui ormai siamo ben abituati. Anche gli ultimi tre bran procedono indicativamente alternando un sound riconducibile al black death hard rock in una proiezione Metal.

Track by Track
  1. Descendind the Crypt (Intro) 45
  2. Crash the Disincarnate 60
  3. The Altar of Succubus 55
  4. Damnation Forth 65
  5. Ashes to Dust 60
  6. Silence..the People are Dying 65
  7. Lustful Skin 65
  8. To Turn a Storm Against God 60
  9. Cult of the Shadows 60
  10. No Future 55
  11. They are Coming 55
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 45
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 60
  • Tecnica: 55
Giudizio Finale
60

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 03.05.2015. Articolo letto 1358 volte.

 

Articoli Correlati

News
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.