Intervista Flash: Exiled on Earth

Exiled on Earth è il nome di una nuova realtà che va ad inserirsi nella multiforme e tumultuosa scena metal italiana. ha intervistato per voi i ragazzi del gruppo: sentiamo come la pensano!!!

 

[MW] Visto che siete alla prima intervista in questo sito, perché non presentate ai nostri lettori quando ed in che modo avete iniziato il vostro percorso nel mondo underground?

Tiziano :: Sono molti anni che militiamo nell'underground. Io ed Alex suonavamo insieme nei Maelstrom, band formata nel 1995 dal sottoscritto e dedita ad un metal di stampo svedese con clean vocals.Pubblicammo un demo tape nel 1997 ben accolto ma prematuramente dimenticato a causa di problemi di line-up e successivo scioglimento del gruppo. Negli anni che seguirono continuai a scrivere materiale evolvendo sia dal punto di vista lirico che musicale, venni in contatto con Gino nel 1999(ex Mindaleth e ex collaboratore dei Novembre) che si dimostro' subito all'altezza della situazione dando un' impronta indelebile a quello che poi diventerà il sound attuale della band. Reclutammo nel 2001 Alex Croce, che nel frattempo ebbe modo di intraprendere altre strade evolvendo ulteriormente il suo già brillante bagaglio tecnico. Piero, ultimo in ordine di tempo ma non di importanza, entro in formazione nella fine dello stesso anno(2001), l'evoluzione del nostro batterista è stata la piu' impressionante, brucio' letteralmente le tappe e in meno di sei mesi eravamo già pronti per entrare in studio per registrare "Duality Conflicts", che vide la luce nell'estate del 2002.

[MW] Da quali generi e bands è influenzato il gruppo?

Tiziano :: tutti e quattro possediamo un bagaglio musicale molto differente gli uni dagli altri, in comune abbiamo la passione per la buona musica e per l'impatto che questa puo' generare nell'ascoltatore, ecco quindi che il Metal ci mette tutti d'accordo e si dimostra ideale campo di battaglia per schierare i nostri brani le cui influenze sono riconducibili alla Bay Area degli anni '80, passando poi per Death/Control Denied, Annihilator, Priest, Watchtower, scena Svedese, Jazz, Fusion solo per citarne alcune.

[MW] So che potrebbe non essere facile farlo, ma potreste commentare il vostro ultimo lavoro?

Tiziano :: Naturale, spontaneo,diretto. Mi vengono in mente queste parole ripensando ai giorni(pochi) di registrazione durante i quali hanno finalmente preso vita su cd, quattro dei nostri brani."Darkness" è un'ottima apripista sviluppandosi grazie a sonorità che ricordano in parte un certo death svedese dei'90, la successiva "betrayal" è piu' classic oriented ed è anche la prima traccia scritta con la nuova formazione, caratterizzata da innumerevoli cambi di tempo risulta omogenea allo stesso tempo, ottime le parti soliste di Alex.La successiva "duality" incarna alla perfezione il nostro modo di essere sia dal punto di vista lirico che musicale è il nostro cavallo di battaglia anche dal vivo: è una schiacciasassi! l'ultima traccia "turmoil" è un omaggio al maestro H.P.Lovecraft riprende certe sonorità thrash di stampo classico con un ottimo interludio al centro.Questa breve descrizione per far capire quanto possiamo spaziare da un genere all'altro con naturalezza senza tradire la nostra presonalità che è sempre presente in ogni nostro brano.

[MW] La scena metal underground è indubbiamente inflazionata da tantissmi gruppi, per cui (spesso) risulta necessario presentare delle composizioni che si facciano notare nel marasma delle varie scene musicali. Ritenete che le vostre canzoni abbiano da dire qualcosa in più o di diverso da quello che è già stato detto nell'affollatissimo mondo metal?

Tiziano :: Le nostre canzoni sono molto diverse le une dalle altre ma non cerchiamo di essere originali per forza, il nostro obiettivo principale è quello di creare della buona musica che possa durare nel tempo e magari essere ricordata. Se così facendo stiamo creando qualcosa di nuovo solo il tempo e i responsi della scena metallo potranno dire.

[MW] Cosa pensate del panorama underground nazionale?

Tiziano :: Il panorama nazionale underground è fondamentale per mantenere in vita un genere che, altrimenti,sarebbe morto da tempo; il male di cui soffre il metal è una sindrome ormai sotto gli occhi di tutti da anni.dovrebbe essere compito delle Label in primis "educare" l'ascoltatore alla musica invece si limitano a rifilare gruppi-copia che sanno di stantio saturando il mercato e chiudendo le porte in faccia a gruppi che invece hanno qualcosa di buono da far ascoltare.

[MW] La carriera di un gruppo musicale (pur breve che possa essere) è sempre costellata di avvenimenti più o meno positivi. Cosa vorreste cancellare e cosa ricorderete per sempre della vostra esperienza di gruppo, dagli inizi inizi sino ad ora?

Tiziano :: Avrei voluto cancellare tutto il 1997 anno durante il quale prese vita il primo demo ma anche la decisione di alcuni di abbandonare la band, invece ne ho fatto tesoro e ho cercato di prendere il meglio da quell'esperienza che mi ha portato alle soddisfazioni di oggi ed all'ottimo momento che stiamo continuando a vivere.

[MW] Come giudicate il veicolo "internet" per la promozione della scena musicale?

Tiziano :: Grazie alla rete è possibile farsi conoscere e rendersi visibili in maniera piu' capillare di quanto succedeva qualche anno fa quando internet era ancora uno strumento d'elite, nell'underground c'è molto fermento e ci si aiuta molto tra bands e questo a testimonianza dell'enorme lavoro che sta dietro i molti siti che popolano la rete e rendono più efficaci i nostri sforzi di venire a galla.

[MW] Visto che ne stiamo parlando.... quanti CD originali acquistate ogni mese? E quanti ne ascoltate?

Tiziano :: Di cd nuovi ne compriamo veramente pochi, ma di vecchi vinili non ne abbiamo mai abbastanza! ne acquistiamo periodicamente, non riusciamo a staccarci dalle vecchie glorie che hanno scritto della musica veramente indimenticabile, il mio ultimo acquisto è stato "the legacy" dei Testament in vinile of course! comunque, tutti e quattro ascoltiamo molta musica dalle origini piu' diverse.

[MW] Cosa vuole fare il vostro gruppo "da grande"?

Tiziano :: Il nostro gruppo vuole diventare grande e incidere dei dischi, crediamo fermamente nella nostra musica di cui già siamo soddisfatti, suggellare il tutto con un bel full-lenght sarebbe il massimo! e poi suonare il piu' possibile dal vivo per farci conoscere ed aumentare la visibilità/popolarità della band.

[MW] Ok, ragazzi! Lo spazio a nostra disposizione sta per terminare, ma voglio lasciarvi carta bianca per l'ultimo messaggio. A voi la parola, siete liberi di esprimervi!

Tiziano :: "hear the crushing sound beneath the feet, let all hope vanish in the burning wind.."(da Turmoil - duality conflicts 2002) - piu' o meno lo stesso effetto che avvertirete ascoltandoci dal vivo! Una cascata di metallo fuso a tutti i lettori di metalwave, spero di incontrarvi presto dal vivo!

Intervista di Jerico Articolo letto 480 volte.

 


Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.