Dianadea «La Ballata di Tommaso» (2023)

Dianadea ĞLa Ballata Di Tommasoğ | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
27.04.2024

 

Visualizzazioni:
133

 

Band:
Dianadea
[MetalWave] Invia una email a Dianadea [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Dianadea [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagine GooglePlus di Dianadea [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Dianadea

 

Titolo:
La Ballata di Tommaso

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Lord Yshua :: All concept;

 

Genere:
Metal

 

Durata:
28' 46"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
04.06.2023

 

Etichetta:
Autoproduzione

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Rockers and Other Animals PR
[MetalWave] Invia una email a Rockers and Other Animals PR [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Rockers and Other Animals PR [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Rockers and Other Animals PR

 

Recensione

Il progetto Dianadea nasce nell’anno 2018 dall’idea di congiungere la musica folkloristica con quella autoctona attraverso un insieme di note realizzate esclusivamente con l’utilizzo del synth, drone e psichedelia; Lord Yshua giunge oggi con il nuovo capitolo a sette tracce intitolato “La Ballata di Tommaso”, un concept che nuovamente incontra tutto il proprio potenziale forgiando melodie e sonorità trascendentali, tipiche di un mondo di pura fantasia; il nuovo lavoro rappresenta il primo di una trilogia musicalmente stratificata. L’autore, nel corso delle proprie precedenti uscite, si è ispirato ad antichi testi di letteratura ma anche ispirandosi a paganesimo e cristianesimo. Le tracce del disco in questione sono in ogni caso frutto dell’elettronica ma ben differenti da un contesto che potrebbe prendere in considerazione gli ultimi lavori del maestro Varg: qui di inquietante o di ricorso al mondo della mitologia norrena c’è ben poco; si parla di un bardo rimatore vissuto nel 1200 che tramite contesti simbolici incontra, come anche ben si evince dall’artcover del disco, la regina delle fate. Nel corso dell’ascolto non manca qualche frammento di batteria ma pur sempre concepita elettronicamente tramite impostazione digitale; stessa cosa per ‘utilizzo del basso, sempre impiegato elettronicamente tramite effetti del synth. La produzione del lavoro è abbastanza elementare e l’effetto finale dell’ascolto non lascia particolari emozioni. Concludendo, il lavoro pur apparendo fantasioso e mantenendo contenuti piuttosto pacati, si presenta armonioso ma fa poca presa rendendosi alla fine abbastanza piatto e monotono.

Track by Track
  1. Intro S.V.
  2. Biancospino 60
  3. Il Cavallo e la Regina 55
  4. Viaggio 55
  5. Le Tre Strade 60
  6. Regina di Elfinlandia 55
  7. La Ballata di Tommaso 60
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 60
  • Qualità Artwork: 65
  • Originalità: 55
  • Tecnica: 60
Giudizio Finale
59

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 27.04.2024. Articolo letto 133 volte.

 

Articoli Correlati

News
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.