AA.VV. «Metallurg Music Compilation 2/2024» (2024)

Aa.vv. «Metallurg Music Compilation 2/2024» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
02.04.2024

 

Visualizzazioni:
98

 

Band:
AA.VV.

 

Titolo:
Metallurg Music Compilation 2/2024

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Various Artists

 

Genere:
Metal

 

Durata:
1h 18' 6"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
06.02.2024

 

Etichetta:
Metallurgic Music
[MetalWave] Invia una email a Metallurgic Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Metallurgic Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagine GooglePlus di Metallurgic Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Metallurgic Music

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Metallurg music è il sampler di un magazine, che ci propone questa compilation di artisti del proprio roster, per un totale di 78 minuti e passa di musica rapportati in 17 brani. Ed in questa compilation, come sempre, troverete un’ampia gamma di bands, molte delle quali a tema thrash più o meno moderno presenti più che altro nella prima metà della compilation, mentre nella seconda troverete spazio anche per altri generi, come il black metal dei Daemon Forest.
E l’ascolto è variopinto e molto variabile sia in quanto a qualità sonora da band a band, che anche a qualità compositiva, che passa da molte bands non male ad altre davvero interessanti come i Bloodrunner, fino ad altri francamente incomprensibili come Enbor Arnasa. Non aiuta l’eterogeneità del sound, che rende l’ascolto continuativo della compilation un po’ impegnativo per abituare le orecchie al sound della band X che pur essendo fatto bene è completamente diverso da quello della band che ascoltavi prima, magari anch’esso fatto bene.
In altre parole, le compilation sono molto spesso ingiudicabili per l’estrema varietà di qualità e di sostanza, nonché per il fatto che un solo brano non può certo dare informazioni complete sulla qualità di una band o di una release completa. Per cui, sentitevi liberi di ascoltare questo disco e a ognuno la propria opinione. Buon ascolto.

Track by Track
  1. Stealth - Sleep Paralysis S.V.
  2. Chris Maragoth - Remembrance S.V.
  3. Lodestar - Shooting Star S.V.
  4. Reign of Vengeance - The Destruction of A Man, AI Love Machine S.V.
  5. St. Madness - A Time for Reflection S.V.
  6. Virgin Idol - Weep S.V.
  7. Sinyells - Bloodshot (feat. Fernando Khristos) S.V.
  8. Gravethorn - Vengeance From Beyond S.V.
  9. Artwork for the blind - The Ride S.V.
  10. Cryptic Confinement - Damnatio Omnibus S.V.
  11. Daemon Forest - Balistic Tears S.V.
  12. WtM - A Symphony of Brilliance S.V.
  13. Miruthan - Land of the Damned S.V.
  14. Enbor Arnasa - Horma zaharrak S.V.
  15. Bloodrunner - Piss Evil S.V.
  16. I The Divided - Dissolutions S.V.
  17. Freakshow - Built 4 This Shit S.V.
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 60
  • Qualità Artwork: 60
  • Originalità: 60
  • Tecnica: 60
Giudizio Finale
60

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 02.04.2024. Articolo letto 98 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.