Heryos «The Magician» (2023)

Heryos «The Magician» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
28.03.2024

 

Visualizzazioni:
144

 

Band:
Heryos
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Heryos [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagine GooglePlus di Heryos [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Heryos [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Heryos

 

Titolo:
The Magician

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Mattia Felgar Tavella :: bass;
- Luca Fumasoli :: drums;
- Pierre Baudin :: guitars;
- Matteo Mammoliti :: keyboards;
- Robert Movila :: vocals, guitars;

 

Genere:
Progressive Doom / Metal

 

Durata:
46' 0"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
06.04.2023

 

Etichetta:
Autoproduzione

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Grand Sounds PR
[MetalWave] Invia una email a Grand Sounds PR [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Grand Sounds PR [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Grand Sounds PR

 

Recensione

Il debutto degli Heryos, band heavy doom metal proveniente da Aosta, pare convincente sin dai primi istanti in cui si schiaccia il tasto play. Il sapore gothic che si inebria nel corso dell’ascolto delle sei lunghe tracce proposte, assume diverse sfaccettature sino a sfiorare, in alcuni casi, anche il prog. Il sapore quasi medioevale che tende inizialmente ad ammaliare l’ascoltatore, successivamente diviene più duro e diretto al punto da offrire un quadro compositivo vario e di buon senso. Le chitarre quindi sono delicate ma allo stesso tempo molto dirette grazie anche ai mood che sprigionano nei contesti più spumeggianti e che, miscelati all’ottimo synth rendono il tutto magico. Moltissime le atmosfere e le melodie che si propagano sia oscure e decadenti ma anche più vivaci tanto da ingenerare moltissime emozioni; a cominciare dall’opener “A World” il clima che la band offre ha dell’incredibile su altalenanti contesti divisi proprio in questo brano in due diversi contesti; ancora “The Magician”, una delle migliori tracce del lavoro profonda, diretta, labile e “Open Heart”, un brano assai complesso ma pur sempre ricco di pathos e divertimento. A concludere il disco “The Key” tracce unica che racchiude in sé l’essenza dell’intero lavoro, come se si trattasse di una serie di enigmi che, alla fine, aprono la pora e quindi l’essenza e il significato completo del disco. Gli Heryos non sono solamente degli abili musicisti ma sanno come fare centro nel cuore di chi li apprezza.

Track by Track
  1. A World 85
  2. The Magician 80
  3. Open Heart 85
  4. Twisted Tongue 85
  5. The Magician II 80
  6. The Key 85
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 80
  • Originalità: 85
  • Tecnica: 85
Giudizio Finale
83

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 28.03.2024. Articolo letto 144 volte.

 

Articoli Correlati

News
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.