Kaamosmasennus «Le Jour Ne Se Lève Plus» (2023)

Kaamosmasennus «Le Jour Ne Se Lève Plus» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
10.10.2023

 

Visualizzazioni:
386

 

Band:
Kaamosmasennus
[MetalWave] Invia una email a Kaamosmasennus

 

Titolo:
Le Jour Ne Se Lève Plus

 

Nazione:
Francia

 

Formazione:
- Julien J. Neuville :: All instruments;

 

Genere:
Atmospheric Doom Metal

 

Durata:
39' 42"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
2023

 

Etichetta:
Bitume
[MetalWave] Invia una email a Bitume [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Bitume

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Il progetto debutto della francese Julien J. Neuville chiamato Kaamosmasennus, da non confondere con quello dei filnlandesi Milla Helminen, Samuli Peurala parimenti chiamato, incentra il proprio potenziale su quattro brani di matrice funeral doom metal, non troppo propositivi e assai elementare nei contenuti, si configura su brani oscuri che, seppur basilari, in ogni caso meritano un riconoscimento per la propria attitudine e per i contenuti tutt’altro che inosservati. Il growling si mantiene costante nel corso dell’ascolto invece diversificato tra un brano e l’altro anche dell’inserimento di melodie i cui tratti sono funerei e desolanti. I distorti delle chitarre sono compatti ed omogenei ma mai banali, pronti sempre a trascinare l’ascoltatore nel lento e soffocante vortice di note oscure e cupe; il lavoro sostanzialmente incentiva il proprio potenziale su un sound coeso e nitido i cui effetti sono sempre pronti a catturare l’attenzione dell’ascoltatore. I quasi quaranta minuti di ascolto scarsi determinano la propria indole con “L’Esprit De L’Hiver” caratterizzato da un motivo centrale in cui ruota l’intera esecuzione tra growl, synth, refrain di chitarra e tantissimi distorti; un solitario motivo acustico unificato al synth apre “First Snow”, altro brano che non lascia spazi equivoci e subito si propone in modalità lenta con un refrain di chitarra distorta ben presto sopraffatto da un gioco del synth quasi a lasciar immaginare un posto incantato ma nefasto dove la neve scende imperterrita, senza mai fermarsi per occultare e portare un gelo infernale; è poi la volta di “Kaamosmasennus” nuova apertura lasciata al synth la cui andatura lenta sviluppa un seguito pavido e desolante dove un rauco e sepolcrale growl fa tutto il resto; chiude il lavoro “La Symphonie Des Elèments” brano ricco di melodie sempre in chiave distorta ma con un effetto dirompente. Il debutto, stante la semplicità dei brani, si presenta nel complesso piacevole e pienamente confacente con il genere rappresentato.

Track by Track
  1. L’Esprit De L’Hiver 75
  2. First Snow 80
  3. Kaamosmasennus 80
  4. La Symphonie Des Eléments 80
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 80
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
78

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 10.10.2023. Articolo letto 386 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.