Kodaclips «Glances» (2022)

Kodaclips «Glances» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
12.11.2022

 

Visualizzazioni:
501

 

Band:
Kodaclips
[MetalWave] Invia una email a Kodaclips [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Kodaclips [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagine GooglePlus di Kodaclips [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Kodaclips

 

Titolo:
Glances

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Alessandro Mazzoni :: Vocal, Guitar;
- Lorenzo Ricci :: Guitar;
- Francesco Casadei Lelli :: Drums;
- Sonny Sbrighi :: Bass;

 

Genere:
Shoegaze / Alternative

 

Durata:
39' 4"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
23.09.2022

 

Etichetta:
Overdub Recordings
[MetalWave] Invia una email a Overdub Recordings [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Overdub Recordings [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Overdub Recordings [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagine GooglePlus di Overdub Recordings [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Overdub Recordings

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Soundsrock Agency
[MetalWave] Invia una email a Soundsrock Agency

 

Recensione

Dal cesenatico, debuttano i Kodaclips con questo giovanissimo shogaze alternative rock che parimenti riesce ad abbracciare nella propria indole anche generi più post rock e post punk. Ciò che la band ci propone nel loro “Glances”, sono otto tracce all’interno della quali si alternano, con non troppa maestosità, ritmiche prevalentemente moderate, un clean i cui tratti paiono orientarsi ai limiti della narrazione offrendo così un contesto tutto da assaporare in cui prevalgono anche lunghi passaggi forse anche sin troppo pacati. In ogni caso, la coerenza della band viene fuori grazie ad un sound, nitido, cristallino, tipicamente caratteristico per il genere e ricchissimo di melodie che ben si adagiano anche al genere che, come accennato, racchiude plurimi elementi stilistici. I Kodaclips ricorrono a contesti compatti anche se i distorti risultano forse un po’ sdolcinati, molto apprezzabili sono invece gli arpeggi, quasi rarefatti, che sostanzialmente fungono da base alla maggior parte dei brani; il basso e le chitarre sono in ottima sintonia tra loro in quasi tutte le tracce pregne inoltre di delay, reverberi e di contesti ambient dove regna l’ottima quanto unica espressività del clean. Tirando le somme, il debutto di questa band offre significativi spunti che, se maggiormente curati in qualche dettaglio e con l’aggiunta di un po’ più aggressività offrirà anche in futuro delle sincere quanto coinvolgenti emozioni. Per il momento, possiamo comunque accontentarci così.

Track by Track
  1. Temporary 7 70
  2. Pacific 70
  3. Drowning Tree 75
  4. Not My Sound 70
  5. Cerbero 70
  6. Muffling 75
  7. Longinus 75
  8. Chrysomallos 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
72

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 12.11.2022. Articolo letto 501 volte.

 

Articoli Correlati

News
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.