Gravestone «Ars Arcana» (2021)

Gravestone ŤArs Arcanať | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
28.12.2021

 

Visualizzazioni:
319

 

Band:
Gravestone
[MetalWave] Invia una email a Gravestone [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Gravestone

 

Titolo:
Ars Arcana

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Marco Borrani :: guitars;
- Massimiliano Buffolino :: keyboards;
- Massimiliano Salvatori :: bass;
- Gabriele Maschietti :: guitars;
- David Folchitto :: drums;
- Simona Guerrini :: vocals;

 

Genere:
Progressive Death Metal

 

Durata:
50' 11"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
16.07.2021

 

Etichetta:
Elevate Records
[MetalWave] Invia una email a Elevate Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Elevate Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Elevate Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Con un passato per lo più costituito da vari cambi di line up, tornano sulla scena underground nazionale i Gravestone, band dedita ad un death metal sinfonico che presenta oggi il secondo album della propria carriera intitolato “Ars Arcana”, disco dai toni e dai contenuti decisamente maturi, tenuto anche conto dell’ispirazione al songwriting tratto dal celebre romanzo della scrittrice Cecilia Randal al punto da sviluppare l’interno lavoro attraverso uno scenario di matrice fantasy degna di una storia da tratti immancabilmente accattivanti. Tra le novità, all’interno della line up, va evidenziato l’ingresso della cantante Simona Guerrini la cui aggressività non trova equali neanche di fronte alla sincronica resa celebrata dietro le pelli dall’ottimo apporto fornito da David Folchitto, al punto da rendere magico, unitamente agli altri componenti la band, l’interno lavoro. Il disco, come accennato, celebra sin dall’intro “Lumen Et Umbra” una storia che vieppiù si sviluppa in maniera incredibilmente accattivante brano dopo brano; meritano citazioni “Terra”, brano in cui l’ottimo growl femminile rende al meglio la forza distruttiva esternata che ben si collima con il resto della band; ancora “Aes”, un brano tecnico dalle fattezze più progressive che in maniera sempre univoca ed ottimale si amalgama all’interno del contesto fantasy celebrato dalla band con un synth in pieno auge; anche “Aqua” vede un ottima intesa strumentale tra la band e il clean della guest Ketty Passa frontman dei Rezophonic , quasi da rendere lo spirito ritmico del disco in uno scenario più heavy metal; “Quintessenza”, nei suoi dieci minuti abbondati di durata, sviluppa ottime sfuriate death con passaggi più prog i cui contenuti meritano l’ascolto per comprendere realmente il vero spirito e il messaggio prefissato dalla band; da citare anche la conclusiva “The Death Of Folco De’ Nieri”, altra traccia potente ricca di ogni possibile combinazione che abbracci il death metal con ciò che è il sinfonico e tale da rendere un ennesimo spettacolo tutto da assaporare solo con il necessario ascolto. Un disco incredibile in cui forza, tenacia e bravura rendono come sempre i migliori risultati.

Track by Track
  1. Lumen Et Umbra S.V.
  2. Santa Militia 80
  3. Terra 85
  4. Ignis 80
  5. Aer 80
  6. Aqua 85
  7. Quinta Essentia 85
  8. the Slaughter Conspiracy 85
  9. The Death Of Folco De' Nieri 85
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 80
  • Originalità: 80
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
82

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 28.12.2021. Articolo letto 319 volte.

 

Articoli Correlati

News
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.