Embrace of Souls «The Number of Destiny» (2021)

Embrace Of Souls «The Number Of Destiny» | MetalWave.it Recensioni Autore:
reira »

 

Recensione Pubblicata il:
15.06.2021

 

Visualizzazioni:
207

 

Band:
Embrace of Souls
[MetalWave] Invia una email a Embrace of Souls [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Embrace of Souls

 

Titolo:
The Number of Destiny

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Giacomo Voli : Vocals
Giovanni Paolo Galeotti : guitar
Xavier Rota : Bass
Davide Scuteri : Keyboards
Michele Olmi : Drums 

Guest:
Michele Guaitoli, Ivan Giannini, Morby, Edward De Rosa, Valentino Francavilla, Marco Angelo,
Roberto Tiranti, Danilo Bar, Edoardo Taddei , Michele “ Dr.Viossy” Vioni

 

Genere:
Power Metal

 

Durata:
1h 8' 0"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
19.02.2021

 

Etichetta:
Elevate Records
[MetalWave] Invia una email a Elevate Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Elevate Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Elevate Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Nati nel 2019, gli Embrace of Souls si impegnano con un concept album, appunto "The number of destiny” che narra di due anime del passato (200 anni fa) unite da in amore infinito che non si è arresto nemmeno dopo la morte e che le ha portate a continuare a cercarsi nel tempo, ritrovandosi finalmente in altri due umani.
Un progetto ambizioso e ricco di collaborazioni e contributi preziosi che hanno arricchito il tutto.
Entriamo quindi in questo ascolto e lasciamoci travolgere dalla storia.

Dopo una breve intro (On the way from the past), New Hope ci trasporta direttamente in un metal epico e melodico in cui il suono è leggermente grezzo, tuttavia il risultato è comunque piacevole.
From the sky si concentra maggiormente sul creare una dinamica incalzante che può funzionare maggiormente su un palco; In the Castle rappresenta la tappa che raramente manca in un album, la classica ballad appassionata che dona un tocco romantico al mood generale.
Il grido di apertura in Shape your fate ci fa da subito capire quanto il classic metal old school sia la base del pezzo, giusto con una punta di speed.
Discorso analogo per My dreams con la sua dinamica più che valida; Prison racchiude degli aspetti più power, ma in uno stile che ci ricorda i Sonata Arctica.
We’ll meet again si sofferma su sonorità delicate e in linea con il concept, giusto un pò più ritmate; To the end e The number of destiny possiedono un retrogusto di metal vecchio stampo che comunque non guasta, a cavallo tra il classic e il power, si fa ascoltare con estremo piacere.
Un cambiamento significativo lo troviamo in Welcome to my hell, brano più selvaggio in cui godiamo di uno screaming che piacerà ai metallari più tosti, sebbene nel ritornello veniamo riaccolti dallo stile degli Embrace of souls.
Eccoci al gran finale affidato a Il numero mistico, finalmente una traccia interamente in italiano che trova il suo senso nell’interpretazione vocale e nei cori che creano un contesto maestoso e drammatico.
The number of destiny è effettivamente un’opera ricca e ricercata nella quale possiamo assaporare un metal pulito e coerente, forte della presenza di musicisti degni di nota che donano un pezzo della loro personalità per un risultato notevole.
Forse l’unica pecca sta nel fatto che non brilli di particolare originalità, nonostante tutto, ma è un disco che vale la pena ascoltare se siete attratti da power, classic e un pizzico di epic metal.

Track by Track
  1. On the way from the past S.V.
  2. New hope 70
  3. From the sky 70
  4. In the castle 75
  5. Shape your fate 70
  6. My dreams 70
  7. Prison 75
  8. We'll meet again 70
  9. To the end 70
  10. The number of destiny 70
  11. Welcome to my hell 70
  12. The number of destiny 75
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 55
  • Tecnica: 85
Giudizio Finale
71

 

Recensione di reira » pubblicata il 15.06.2021. Articolo letto 207 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.